Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Palestina: Ali Saad Dawabsheh, un bambino palestinese di 18 mesi, è morto tra le fiamme in un rogo appiccato da alcuni coloni israeliani. I suoi genitori e il fratello di quattro anni sono rimasti feriti, secondo quanto riporta Al Jazeera. I coloni hanno dato fuoco a due case nel villaggio di Duma, a sud della città di Nablus, in Cisgiordania. L’esercito israeliano ha dichiarato che i responsabili non sono ancora stati rintracciati.

– Nigeria: l’esercito nigeriano ha liberato 71 ragazze e donne che erano state sequestrate da Boko Haram, in seguito a uno scontro a fuoco in cui sono morti numerosi militanti del gruppo estremista. Un portavoce dell’esercito ha riferito che 12 persone sono state tratte in salvo il 29 luglio e altre 59 il giorno successivo, da alcuni villaggi a circa 40 chilometri dalla città di Maiduguri, nel nordest del Paese.

Grecia: il Fondo monetario internazionale (Fmi) non parteciperà a un nuovo piano di salvataggio per la Grecia, se i creditori europei non raggiungeranno un accordo esplicito e concreto sulla ristrutturazione del debito greco, secondo quanto ha riferito un ufficiale del Fmi. Senza il contributo del Fmi, il piano da 82-86 miliardi di euro promesso alla Grecia in cambio di nuove misure d’austerity potrebbe essere a rischio. L’Fmi ha inoltre comunicato che un suo team sarà comunque presente ad Atene durante i negoziati per il piano.

– Burundi: il leader dell’opposizione Agathon Rwasa è stato eletto come vice-presidente del parlamento in Burundi, nonostante abbia criticato duramente il modo in cui si sono svolte le ultime elezioni legislative e presidenziali nel Paese. Rwasa aveva partecipato alle proteste scoppiate nell’aprile scorso, contro la decisione del presidente Pierre Nkurunziza di candidarsi per la terza volta consecutiva. Alle elezioni del 21 luglio scorso Nkurunziza è stato rieletto, ma la sua vittoria è stata contestata dall’opposizione, che aveva boicottato il voto.

– El Salvador: il governo ha assegnato guardie armate ai conducenti degli autobus, per difenderli dagli attacchi di gang criminali che negli ultimi giorni hanno costretto gli autisti a scioperare nella capitale del Paese. Sette conducenti che hanno continuato a lavorare, disobbedendo all’ordine delle gang, sono stati uccisi. Questa settimana nella capitale San Salvador e nelle aree circostanti centinaia di persone sono state costrette a recarsi a lavoro a piedi, perché oltre 100 linee del trasporto urbano sono rimaste completamente paralizzate.

– Egitto: l’Arabia Saudita e il governo egiziano hanno firmato un patto al Cairo, per rafforzare la cooperazione economica e militare. I due Paesi lavoreranno sulla creazione di una task force militare congiunta per proteggere la stabilità della regione.

– Stati Uniti: le autorità statunitensi stanno investigando il caso dell‘uccisione del leone Cecil in Zimbabwe, ma il cacciatore responsabile della sua morte – Walter Palmer, un dentista americano del Minnesota – non è stato ancora rintracciato dalla polizia. 

– Libia: quattro insegnanti indiani sono stati sequestrati in Libia, dalla città di Sirte, dove lavoravano in un corso universitario di scienze sociali. La maggior parte di Sirte, luogo di nascita dell’ex dittatore libico Muamar Gaddafi, è sotto il controllo dell’Isis. Non è ancora chiaro quale gruppo armato abbia sequestrato gli insegnanti, né dove siano stati portati. 

– Corea del Nord: le autorità nordcoreane hanno detto che Hyeon Soo Lim, un pastore canadese arrestato lo scorso gennaio, ha confessato di essersi trasferito nel Paese con l’obbiettivo di rovesciare il governo e instaurare uno stato religioso. Da circa 20 anni Lim si recava spesso in Corea del Nord, per missioni umanitarie. 

Segui TPI su Twitter (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E