Me

Cosa è successo il 29 luglio nel mondo

Le notizie senza giri di parole su TPI

Immagine di copertina

Francia: un migrante è morto nel tentativo di attraversare il Canale della Manica dal porto francese di Calais, per raggiungere il Regno Unito. Secondo quanto ha riportato l’agenzia giornalistica Afp, l’uomo è rimasto schiacciato sotto un camion, all’ingresso dell’Eurotunnel, e il suo corpo è stato ritrovato la mattina del 29 luglio. Nella giornata di ieri, ci sono stati circa 1.500 tentativi di intrusioni sui camion in partenza verso il Regno Unito.

In totale, da giugno nove migranti sono morti a Calais. Secondo le ultime stime, almeno tremila persone – provenienti soprattutto da Etiopia, Eritrea, Sudan e Afghanistan – vivono nelle tendopoli improvvisate vicino al porto francese. La Francia ha promesso di mandare un team di 120 poliziotti a Calais per monitorare l’area degli imbarchi.

Messico: cinque uomini sono stati condannati a 697 anni in prigione per il femminicidio di 11 donne, nello stato del Chihuahua, nel nord del Paese. Si tratta della condanna più lunga mai assegnata per un femminicidio, ovvero un omicidio compiuto contro una donna.

– Gaza: l’Ong Amnesty International ha detto che ci sono prove evidenti per dimostrare che Israele avrebbe commesso crimini di guerra a Gaza, durante i bombardamenti nel luglio e nell’agosto del 2014. Tra i palestinesi ci furono 2.251 vittime, di cui 1.462 civili. Tra gli israeliani invece sono morti 67 soldati e sei civili.

– Italia: le partenze dallo scalo aeroportuale di Fiumicino, a Roma, il pomeriggio del 29 luglio sono state brevemente sospese, a causa di un incendio nella pineta di Focene, vicino all’aeroporto. Dopo circa due ore le fiamme sono state domate e sono ripresi i voli. Anche gli atterraggi sono stati limitati e sono previsti forti ritardi nelle prossime ore.

Afghanistan: secondo quanto dichiarato dal governo afghano, il leader dei Taliban, Mullah Omar, è morto almeno due anni fa in Pakistan. Altre fonti hanno smentito questa versione e sostengono che il Mullah sia ancora vivo.

Italia: oltre 450 migranti sono stati tratti in salvo al largo della Libia da una nave irlandese, impegnata nella missione europea Triton, gestita dall’agenzia europea per il controllo delle frontiere Frontex. Sull’imbarcazione in cui viaggiavano i profughi sono stati recuperati 14 cadaveri. La mattina del 29 luglio i migranti sono arrivati a Messina. Nella stessa giornata, la Bourbon Argos, nave operata dall’Ong Medici Senza Frontiere, ha fatto sbarcare a Reggio Calabria quasi 700 migranti, tra cui 219 donne e 59 minori.

Fifa: Michel Platini, leggenda del calcio francese, si è candidato alla presidenza della Fifa, per sostituire Sepp Blatter, dimessosi il 2 giugno in seguito a uno scandalo di corruzione che ha colpito la federazione calcistica internazionale.

Turchia: l’esercito turco ha intensificato gli attacchi contro il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), nel nord dell’Iraq. Si tratta dei bombardamenti più pesanti dall’inizio dell‘operazione militare lo scorso 24 luglio.

Nigeria: un portavoce del governo nigeriano ha annunciato che dal prossimo mese sarà operativa una task force multi-nazionale per combattere il gruppo estremista Boko Haram. Sarà composta da 8.700 soldati provenienti da Camerun, Ciad, Niger e Nigeria.

Segui TPI su Twitter (@thepostint)  

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E