Me

Vivere affetti dal disturbo da accumulo

Come sarebbe la vita di un bambino con un genitore affetto dal disturbo da accumulo, per cui siamo portati a conservare oggetti d'ogni tipo senza gettarli quasi mai via

Immagine di copertina

La disposofobia, conosciuta in ambito clinico come hoarding disorder o disturbo da accumulo è un disturbo per il quale la persona affetta è portata a conservare i propri beni, presentando difficoltà e disagio nel gettarli via. Questo disturbo può determinare un comportamento dannoso tanto per la persona quanto per chi gli sta accanto, dal momento che gli spazi vitali vengono ingombrati da oggetti di ogni tipo.

Uno dei primi casi documentati di hoarding disorder fu quello dei fratelli Collyer, che nel 1947 morirono nella loro casa di New York sotto 130 tonnellate di oggetti accumulati. La sindrome è per questo anche chiamata sindrome dei fratelli Collyer.

Il fotografo americano Geoff Johnson, per la sua serie Behind the Door, ha simulato un caso di accumulo compulsivo, ispirandosi alla difficile situazione cui dovette far fronte sua sorella, affetta da questo disturbo. Con il suo progetto, pubblicato sul sito di fotografia Feature Shootha voluto mostrare come sarebbe la vita di un bambino con un genitore affetto da tale disturbo.