Me

Cinquanta incendi divampati in Grecia a causa delle alte temperature

Incendi di grandi dimensioni sono scoppiati nei pressi di Atene e nel Peloponneso costringendo gli abitanti dei villaggi colpiti a fuggire

Immagine di copertina

Lo scorso venerdì,  Alexis Tsipras ha dovuto fronteggiare un’ulteriore problema per la Grecia: una cinquantina di incendi sono divampati in una regione che si estende dall’isola di Evia, a nordest di Atene, fino al Peloponneso meridionale.

“Bisogna mantenere la calma”, così il Primo ministro ha cercato di tranquillizzare la popolazione, aggiungendo che “ci sarà bisogno di volontari per contribuire dove è consentito dai vigili del fuoco, che sono responsabili delle operazioni”.

Secondo la BBC due uomini sono stati arrestati per aver appiccato accidentalmente un fuoco che si è poi tramutato nel vero incendio che ha preso forma nei pressi della capitale. Sono giunti sul posto 140 vigili del fuoco, 80 pompieri e 11 aerei.

Numerosi i greci che hanno cercato di spegnere il fuoco in prima persona, utilizzando secchi d’acqua e pompe.

Alcuni villaggi sono stati evacuati nel Peloponneso a causa del diffondersi rapido dell’incendio. Circa 200 persone sono state trovate sulla spiaggia dopo essere rimasti intrappolati a causa delle fiamme.