Me

Il più grande dinosauro con le ali al mondo

In Cina è stato ritrovato il fossile perfettamente conservato del più grande dinosauro alato mai scoperto. Risale a 125 milioni di anni fa

Immagine di copertina

Gli scienziati dell’Accademia cinese di scienze geologiche di Pechino e dell’università di Edimburgo hanno portato alla luce il fossile del più grande dinosauro alato mai scoperto finora. Era l’antenato del velociraptor ed era lungo 1,65 metri.

Il fossile è quasi completo e si è conservato così bene che gli scienziati sono stati in grado di ricostruire anche il suo piumaggio, perché sono rimaste tracce delle piume sul corpo e sulle ali. È stato ribattezzato Zhenyuanlong suni, in onore al curatore del museo cinese che ha segnalato ai ricercatori la presenza del fossile, ritrovato da un contadino locale.

Il fossile risale a 125 milioni di anni fa. È stato ritrovato nella provincia di Liaoning, nel nordest della Cina, in rocce sedimentarie formate sul letto di un antico lago. Il dinosauro era carnivoro e, secondo gli scienziati, viveva in fitte foreste dove si stavano sviluppando i primi tipi di fiori.

“Si tratta del più grande dinosauro dotato di ali che sia mai stato ritrovato”, ha detto al quotidiano britannico The Guardian il paleontologo Steve Brusatte, dell’università di Edimburgo. “Assomiglia a un uccello, ma è molto grande, con delle corte braccia alate”.

Nonostante le ali, secondo gli scienziati il dinosauro era troppo grande per essere in grado di volare. Brusatte sostiene che la funzione delle ali – probabilmente dotate di piume colorate, come quelle dei pavoni – era quella di attirare possibili partner durante il periodo dell’accoppiamento, oppure proteggere le uova.

Ci sono diverse teorie sull’evoluzione delle ali nelle specie animali: potrebbero essersi sviluppate per tenere meglio il calore, per attirare l’attenzione dei propri simili, e solo in seguito per volare.

Gli studiosi hanno pubblicato i risultati della loro ricerca nella rivista Scientific Report.