Me

Il presidente della Colombia sostituisce i capi delle forze armate

I militari colombiani sarebbero stati responsabili di uccisioni extragiudiziali di civili. Per questo il presidente ha deciso di rimuovere i vertici militari

Immagine di copertina

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ha annunciato che cambierà i principali comandanti delle forze armate dopo che l’ong Human rights Watch ha rivelato il coinvolgimento dell’esercito colombiano in una serie di esecuzioni capitali extragiudiziali.

Per questo motivo, il capo dell’esercito, il generale Jaime Alfonso Lasprilla, il comandante della marina, l’ammiraglio Hernando Wills, e il capo dell’aeronautica, generale Guillermo Leon verranno sostituiti.

Secondo quanto riferito dall’organizzazione per la difesa dei diritti umani, le forze armate colombiane avrebbero ucciso per anni numerosi civili travestendoli con l’uniforme dei guerriglieri e ribelli. Questi casi sono noti con il nome di falsi positivi. In questo modo i militari avrebbero ottenuto promozioni e ricompense. 

Da oltre cinquant’anni, la Colombia è pervasa dagli scontri tra i ribelli delle Farc, l’esercito e i paramilitari. Il conflitto – tuttora in corso – ha causato la morte di 220mila persone e oltre quattro milioni di profughi.