Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Stati Uniti: l’agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti (Nsa) ha intercettato le chiamate di tre presidenti francesi – Jacques Chirac, Nicolas Sarkozy e Francois Hollande – dal 2006 al 2012, secondo quanto rivela il sito WikiLeaks nel dossier Espionnage Elysée. I documenti non conterrebbero segreti di Stato, ma sono informazioni classificate. La Casa Bianca finora non ha confermato la veridicità dei file pubblicati.

– Nigeria: una ragazza di circa 12 anni si è fatta esplodere in un attacco suicida nella città di Gujba, nello stato di Yobe, nel nordest della Nigeria. Sono morte dieci persone e altre venti sono rimaste ferite. L’attentato non è ancora stato rivendicato, ma secondo la Bbc è probabile che la ragazza appartenesse al gruppo di miliziani di Boko Haram. 

Armenia: la sera del 23 giugno circa seimila persone hanno marciato verso il palazzo presidenziale a Yerevan, capitale dell’Armenia, per protestare contro l’aumento delle tasse dell’elettricità, che dovrebbero salire del 17 – 22 per cento a partire dal 1 agosto. Una protesta organizzata la mattina del 23 giugno era stata violentemente repressa dalla polizia armena, che ha arrestato 200 manifestanti e ha cercato di disperdere la folla con idranti e manganelli di gomma. 

– Siria: dieci civili, tra cui due bambini, sono stati uccisi da un barile bomba sganciato dall’esercito siriano su una moschea di Aleppo, nel nord della Siria, secondo quanto riferisce l’ong Osservatorio nazionale per i diritti umani. Altre venti persone sarebbero rimaste ferite. L’attacco è avvenuto nel quartiere di Al Ansari, in un’area controllata dai ribelli siriani, all’ora della preghiera serale che segna la fine del digiuno durante il mese del Ramadan. 

Messico: le autorità messicane hanno arrestato Ruben Oseguera Gonzales, il figlio di uno dei narcotrafficanti più potenti del Paese. L’arresto è avvenuto nei pressi di Guadalajara, capitale dello stato occidentale di Jalisco. Oseguera Gonzales era ai vertici del cartello della droga Jalisco New Generation.

– Pakistan: continua a salire il numero di vittime a causa dell’ondata di caldo che ha colpito il Pakistan meridionale. Finora sono morte oltre 800 persone, di cui 780 nella città di Karachi. Gli ospedali della provincia di Sindh hanno comunicato di aver ricevuto centinaia di cadaveri e che gli obitori sono completamente pieni.

Corea del Sud: due tra i principali ospedali di Seul, capitale della Corea del Sud, sono stati chiusi per evitare il diffondersi dell’epidemia di Mers (la sindrome respiratoria del Medio Oriente). 

The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E