Me

Le notizie di oggi

Quello che dovete sapere per questa giornata

Immagine di copertina

Stati Uniti: Nikki Haley, governatrice della Carolina del Sud, ha chiesto di rimuovere la bandiera confederata dal piazzale di fronte al parlamento dello stato, in quanto considerata un simbolo razzista. La bandiera fu il simbolo dei sudisti durante la guerra di secessione americana e lo scorso 17 giugno è stata sventolata da Dylann Roof, presunto responsabile di un omicidio a sfondo razziale. Lo scorso 17 giugno Roof ha ucciso nove persone in una chiesa di Charleston, frequentata dalla comunità afroamericana.

– Siria: forze armate curde, con l’aiuto di altri gruppi ribelli e degli Stati Uniti, hanno conquistato una base militare dell’Isis in Siria, circa 50 chilometri a nord di Raqqa, roccaforte dello Stato Islamico. Le forze curde si trovano ora vicino alla città di Ain Issa. Un portavoce delle forze curde ha detto che “l’Isis è stato sconfitto”.

– Regno Unito: il generale Karenzi Karake, capo dei servizi di intelligence del Rwanda, è stato arrestato a Londra, all’aeroporto di Heathrow. Karake era ricercato dalla Spagna per crimini di guerra.

– Pakistan: l’ondata di caldo nel Pakistan meridionale ha causato 474 vittime. Il 22 giugno le temperature non sono scese sotto i 35 gradi della scala Celsius, ma secondo i meteorologi sono in arrivo piogge monsoniche.

Stati Uniti: il compositore James Horner è morto in California in un incidente aereo, avvenuto a bordo di un piccolo velivolo da lui pilotato. Horner fu l’autore della colonna sonora del Titanic, per la quale vinse due premi Oscar.

Venezuela: le elezioni nazionali per il rinnovo del parlamento sono state fissate per il 6 dicembre, in seguito alla pressione dei gruppi dell’opposizione che temevano che il voto potesse essere posticipato. Il governo del presidente Nicolas Maduro attualmente conserva la maggioranza, ma secondo i sondaggi perderebbe se si andasse ora alle urne.

– Grecia: nonostante le negoziazioni tra la Grecia e i suoi creditori siano ancora in fase di stallo, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto di essere fiduciosa. Alla luce delle nuove proposte del governo del premier greco Alexis Tsipras, Merkel ha detto che si potrebbe trovare un accordo entro questa settimana, per sbloccare i 7,2 miliardi di euro previsti dal piano di salvataggio per la Grecia della Commissione europea.

The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E