Me

Il mini documentario di Wes Anderson

Il regista e sceneggiatore americano cura con estrema attenzione la scenografia e i costumi. Questi e altri piccoli dettagli lo hanno reso conosciuto e apprezzato

Immagine di copertina

Wesley Wales Anderson, più noto con il nome di Wes Anderson, è un regista e sceneggiatore americano. Cominciò a scrivere sceneggiature da bambino, in seguito al divorzio dei suoi genitori. All’università, in Texas, negli Stati Uniti, conobbe il celebre attore Owen Wilson, con cui intraprese una collaborazione da cui nacque il suo primo lungometraggio, Bottle Rocket (1996), diretto da lui e scritto a quattro mani con Wilson. 

Anderson divenne famoso con i film come Rushmore (1998), I Tenenbaum (2001), Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2004), Il treno per il Darjeeling (2007), Moonrise Kingdom (2012) e il più recente, The Grand Budapest Hotel (2014), con cui ha vinto quattro Oscar, per la miglior colonna sonora, scenografia originale, trucco e i migliori costumi. 

Sono soprattutto il suo stile e la grande cura per i dettagli ad aver reso il regista così conosciuto e apprezzato. Grandissima importanza viene data alla scenografia e ai costumi, che rappresentano la personalità dei personaggi nei suoi film. Inoltre, i titoli di coda e le didascalie appaiono quasi sempre con la stessa tipologia di carattere. Un breve documentario di Paul Waters esplora il magico mondo di Anderson.