Me

La vita dei ventenni di Kiev prima della guerra

Un fotografo ha documentato, senza volerlo, un momento storico della storia ucraina: gli ultimi attimi di calma prima dell'inizio del conflitto civile

Immagine di copertina

Il fotografo australiano Daniel King arrivò a Kiev, in Ucraina, nell’estate del 2013, quando il movimento per i diritti civili Rise up, Ukraine! – contro il governo dell’ex presidente Yanukovyč – cominciava a muovere i suoi primi passi, scrollando le menti degli abitanti della capitale e della regione. 

— Leggi anche: A che punto è la guerra in Ucraina

King non si concentrò sulle proteste, ma sulla vita degli adolescenti a Kiev, fotografandoli per strada e nei parchi. Non era intenzionato a documentare un preciso momento storico del Paese. Eppure, senza volerlo, è quello che fece. Nelle sue immagini vige ancora la calma: King riuscì a immortalare gli ultimi momenti di libertà e spensieratezza di un’intera generazione, prima che le proteste sfociassero in una guerra civile. Le immagini sono state raccolte in un libro intitolato Ukraine Youth Between Days.

Il 21 novembre 2013 scoppiò la rivolta nella piazza Maidan a Kiev: i manifestanti chiedevano le dimissioni dell’ex presidente Yanukovyč che aveva rifiutato un accordo commerciale con l’Unione europea. Il 20 febbraio del 2014 una nuova ondata di proteste a Maidan causò oltre 50 vittime. Due giorni dopo, Yanukovyč venne rimosso dal suo incarico. 

Dal novembre del 2013, le persone che hanno perso la vita in Ucraina sono oltre 4mila, in seguito agli scontri tra l’esercito regolare ucraino e i separatisti filorussi, che rivendicano le zone di influenza russa in Ucraina, tra cui la Crimea, annessa il 16 marzo 2014 alla Federazione Russa. Al momento i ribelli filorussi controllano buona parte dell’est dell’Ucraina, malgrado le sanzioni imposte dall’Unione europea alla Russia.

Nell’est dell’Ucraina si continua a combattere la guerra civile, nonostante l’entrata in vigore di una tregua il 15 febbraio del 2015. Il conflitto si sta avviando verso una seconda fase, a bassa intensità ma permanente.

— Leggi anche: A che punto è la guerra in Ucraina