Me

Cinque canzoni di Paul McCartney

Il 18 giugno del 1942 nasceva a Liverpool Paul McCartney, cantante, compositore e musicista britannico, uno dei fondatori dei Beatles

Immagine di copertina

Il 18 giugno del 1942 nacque a Liverpool il cantante, musicista e compositore Paul McCartney, una delle più grandi icone musicali della storia. Fin da bambino dimostrò un grande talento per la musica, incoraggiato dal padre Jim, ex trombettista.

A 15 anni conobbe John Lennon e dopo tre anni, nel 1960, diedero vita al gruppo musicale The Beatles.
Per sei anni andarono in giro per il mondo e suonarono in oltre 1400 concerti.

A partire dal 1966, ci furono dei dissidi interni al gruppo. McCartney avviò una serie di progetti personali, scrisse alcune canzoni per altri artisti e nel 1970 esordì da solista, con la pubblicazione del suo primo album, intitolato McCartney. Il 31 dicembre dello stesso anno i The Beatles si sciolsero ufficialmente.

Nel 1971 McCartney fonda i Wings, una touring band con cui per dieci anni ha suonato in giro per il mondo. Dopo l’assassinio di Lennon, nel 1980, McCartney decise di sospendere i concerti live e nell’aprile del 1981 sciolse il gruppo. Da allora, ha continuato la carriera da solista. In ogni concerto, dedica sempre una canzone al suo collega e amico Lennon.

Secondo una celebre leggenda metropolitana, mai confermata, Paul McCartney sarebbe morto nel 1966 a causa di un incidente stradale. Tuttavia, per evitare lo scioglimento dei Beatles, la sua morte fu tenuta segreta e Paul fa sostituito da un sosia. Stando sempre alla leggenda, è possibile individuare messaggi nascosti riguardo la sua morte ascoltando alcune canzoni al contrario o nelle copertine di alcuni album.

Paul McCartney si è sempre difeso dicendo: “Sono vivo e sto bene, e le voci sulla mia morte non mi interessano. Ma se fossi morto, sarei stato l’ultimo a saperlo”.


Qui ci sono cinque dei più grandi successi di Paul McCartney: