Me

Vedere il mondo con più colori

A causa di una rara condizione genetica, una donna statunitense vede molti più colori rispetto alla maggior parte della popolazione, e li utilizza per i suoi quadri

Immagine di copertina

L’artista statunitense Concetta Antico è affetta da tetracomia, una rara condizione genetica che le permette di vedere colori che gli altri non possono percepire. Il modo in cui l’occhio umano percepisce i colori dipende da tre coni, ovvero tre tipologie di cellule fotoricettrici presenti sulla retina.

Al nome di ciascun cono è associato il colore che esso è in grado di percepire: rosso, blu o verde. L’interazione dei tre coni ci permette di vedere circa un milione di colori, e per questo la nostra visione viene chiamata tricromatica. I tetracomatici, invece, possiedono una quarta tipologia di cono, più sensibile alla regione giallo-verde dello spettro visivo.

Questa particolare condizione permette loro di vedere moltissimi colori in più rispetto alla maggioranza della popolazione. Concetta Antico ha scoperto di essere dotata di questa super vista solamente nel novembre del 2012, vent’anni dopo aver fondato la sua scuola d’arte.

È stato proprio uno dei suoi studenti a suggerirle la possibilità che fosse affetta da tetracomia, che infatti le è stata diagnosticata poco dopo. L’artista ha raccontato che da giovane era ossessionata dal trucco, che utilizzava per coprire le macchie blu e verdi che vedeva nella sua pelle, e credeva vedessero anche gli altri. Oggi le opere di Antico riflettono la varietà di colori e sfumature da lei percepite.