Me

Orgoglio e coraggio

In una serie di immagini del fotografo Ian Pettigrew, alcune donne affette dalla fibrosi cistica mostrano il loro corpo senza vergogna, sfidando pregiudizi e stereotipi

Immagine di copertina

Il fotografo americano Ian Pettigrew ha realizzato il progetto fotografico Salty girls che ha l’obiettivo di far conoscere al mondo gli effetti della fibrosi cistica, una grave malattia ereditaria che colpisce le cellule che producono muco, sudore e succhi gastrici.

La serie fotografica coinvolge donne affette da fibrosi cistica, ritratte con indosso un bikini o una canottiera. Le donne mostrano il loro corpo con orgoglio e coraggio, senza vergognarsi delle cicatrici che la malattia lascia sulla pelle. La fibrosi cistica è considerata una malattia rara perché colpisce un bambino ogni 2.500. È diffusa soprattutto nella popolazione di etnia caucasica, ma può colpire anche persone di altre etnie.

Può danneggiare diversi organi interni, tra cui l’apparato digerente e i polmoni, causando problemi respiratori. Non esiste attualmente una cura definitiva per la malattia, sebbene la manifestazione e la severità dei sintomi possano essere ridotte grazie a interventi farmacologici e non farmacologici che aiutano a sciogliere il muco e a facilitare la respirazione.