Me

Donne, bellezza e fibrosi cistica

In una serie di foto, donne affette da fibrosi cistica si mostrano senza vergogna, sfidando i pregiudizi e gli stereotipi sul corpo femminile

Immagine di copertina

Il progetto fotografico Salty Girls, ideato dal fotografo e art director Ian Pettigrew, ha l’obiettivo di far conoscere al mondo gli effetti della fibrosi cistica, una grave malattia ereditaria che colpisce diversi apparati tra cui i polmoni e il sistema digerente.

Allo stesso tempo, la serie fotografica vuole dimostrare che la malattia può essere affrontata con forza, senza vergognarsi delle cicatrici che lascia sul corpo.

L’idea nasce per caso. Durante la realizzazione del reportage “Just Breathe: fibrosi cistica”, Ian Pettigrew ha scattato alcune foto a giovani donne affette da fibrosi cistica, molto coraggiose e orgogliose del proprio corpo.

L’artista ha dichiarato che un ulteriore obiettivo del progetto è quello di restituire potere alle donne, ambasciatrici di questo messaggio di coraggio e speranza per le tutte le persone affette da fibrosi cistica e per le generazioni future.

Si stima che la fibrosi cistica colpisca un neonato su 2.500. Al momento non esiste una cura definitiva per tale malattia, sebbene la manifestazione e la severità dei sintomi possano essere ridotte grazie a interventi farmacologici e non farmacologici che aiutano a sciogliere le secrezioni mucose e a facilitare la respirazione.