Me

Chi era Margaret Thatcher

Il 4 maggio 1979 Margaret Thatcher, leader del partito conservatore britannico dal 1975, diede inizio al primo dei suoi tre mandati alla guida del Regno Unito

Immagine di copertina

Il 4 maggio 1979 Margaret Thatcher, leader del partito conservatore britannico dal 1975, venne nominata primo ministro per la prima volta.

Fu la prima e unica donna, nella storia politica inglese, ad aver ricoperto questo incarico e creò il più longevo governo britannico del ventesimo secolo, rimanendo in carica fino al 1990.

Margaret Thatcher nacque il 13 ottobre 1925 a Grantham, a nord di Londra. Il suo nome da nubile era Margaret Hilda Roberts.

Fu ammessa all’università di Oxford dove studiò chimica. Anche durante gli anni di studio si occupò di politica, diventando presidente di un’associazione studentesca conservatrice.

Dopo essere stata eletta, giunta sulla porta del numero 10 di Downing Street a Londra, sede del primo ministro britannico, rivolse alcune battute ai giornalisti.

Citò inoltre San Francesco d’Assisi, dicendo “Là, dove è la discordia che io porti l’unione. Là, dove è il dubbio che io porti la fede. Là, dove è l’errore che io porti la verità. Là, dove è la disperazione che io porti la speranza”.

—Leggi anche: Cinque cose contro Margaret Thatcher

I suoi alleati e i suoi avversari erano d’accordo nell’affermare che Margaret Thatcher rappresentasse una delle personalità politiche più importanti del Novecento.

Nel corso degli undici anni del suo mandato, rivoluzionò non solo il suo partito, ma l’intero scenario politico inglese.

Durante i suoi tre mandati, la leader tagliò il programma di assistenza sociale, ridusse il potere sindacale e privatizzò diverse industrie. Alcune di queste scelte furono prese di comune accordo con la maggior parte dei partiti politici.

Un giornale sovietico la soprannominò “lady di ferro” a causa della sua politica intransigente e della forza della sua leadership.

L’appellativo è diventato il titolo del film uscito nel 2011 e dedicato alla sua vita, The Iron Lady, valso un oscar a Meryl Streep come migliore attrice protagonista.

Il suo evidente scetticismo nei confronti della Comunità europea e della creazione di una moneta unica determinò forti malumori all’interno del partito conservatore, tanto da determinare la prima di una serie di fratture che la portarono a dimettersi.

Nel novembre 1990, Margaret Thatcher lasciò la sua residenza a Downing Street. Non si candidò alle elezioni del 1992 e da lì cominciò il suo ritiro dalla vita pubblica, in particolare a causa delle sue condizioni di salute.

Margaret Thatcher soffriva della malattia di Alzheimer. Morì a Londra a causa di un ictus l’8 aprile 2013, all’età di 87 anni.