Me

Il bambino e il poliziotto a Baltimora

Mentre i media si concentrano sulla violenza di gruppi di teppisti a Baltimora, una foto su Twitter è diventata l'icona dei cittadini che protestano in modo pacifico

Immagine di copertina

Le immagini dei gruppi di violenti che hanno preso d’assalto la città di Baltimora hanno fatto il giro dei media americani e internazionali.

Ma c’è un altro tipo di storia che gli abitanti di Baltimora vogliono raccontare, ed è quella che sta prendendo piede su Twitter, dove la foto di un bambino che porge una bottiglietta d’acqua a un poliziotto è diventata virale.

Questo ragazzino rappresenta la Baltimora che conosco. Questo ha bisogno di più attenzione da parte dei mezzi di comunicazione”, ha scritto in un tweet la donna che ha diffuso la foto.

.

L’immagine mostra che, anche se ci sono gruppi di manifestanti violenti, ci sono moltissime altre persone che protestano in modo pacifico, per chiedere che si faccia chiarezza sulla morte di Freddie Gray, il ragazzo nero morto a seguito di una lesione spinale mentre si trovava in stato d’arresto il 19 aprile.

Sul sito Mic.com la fotografia è stata paragonata alla storica immagine del fotografo Bernie Boston del 1967, “Flower Power”, in cui gli attivisti utilizzarono fiori per protestare contro il coinvolgimento americano nella guerra del Vietnam.

“Che si tratti di una bottiglia d’acqua o di un garofano nella canna di una pistola, il potere della gentilezza e della nonviolenza comunica un messaggio molto più di quanto lo faccia saccheggiare un’attività commerciale”, scrive Jon Levine su Mic, aggiungendo“Costruire relazioni tra la polizia e la comunità in cui essa opera è l’unica speranza degli Stati Uniti per mettere fine a tragedie come la morte di Freddie Gray, e all’inquietudine che queste lasciano alle proprie spalle”.

Dopo il funerale di Gray, una serie di proteste hanno avuto luogo nella cittadina del Maryland. Alcuni manifestanti hanno dato fuoco a auto e edifici, provocando la reazione del governatore dello stato americano, che ha dichiarato lo stato di emergenza e da ieri ha imposto il coprifuoco. In tutto 202 persone, molte delle quali adolescenti, sono state arrestate per i disordini.

I cittadini di Baltimora hanno preso le distanze dai danni provocati dai teppisti: alcuni di loro hanno pulito le strade, e le persone più anziane hanno intrapreso un dialogo per far ragionare i manifestanti più violenti.

Sul web è stato diffuso anche un video che mostra una donna, Toya Graham, mentre sgrida pesantemente il figlio, uno degli adolescenti che a volto coperto tirava le pietre contro la polizia, scagliandosi contro di lui e tirandolo per le orecchie.