Me

Le immagini della protesta in Burundi

Nella capitale Bujumbura migliaia di manifestanti contestano la ricandidatura del presidente Nkurunziza. Negli scontri con le forze dell'ordine sarebbero morte 5 persone.

Immagine di copertina

Domenica 26 aprile migliaia di manifestanti sono scesi in piazza a Bujumbura, capitale del Burundi, per contestare la decisione del presidente uscente Pierre Nkurunziza di candidarsi per la terza volta come capo dello stato, nonostante il divieto stabilito dalla costituzione del 2005. 

Le immagini di questa gallery mostrano gli scontri tra i dimostranti e le forze dell’ordine, che hanno represso duramente la protesta con lacrimogeni e idranti. Alcuni poliziotti avrebbero persino aperto il fuoco sulla folla. 

Secondo alcune fonti cinque persone avrebbero perso la vita negli scontri, mentre il governo accerta solo due vittime. I feriti sono più di venti, tra cui anche quindici agenti delle forze di sicurezza.

Nel corso della giornata di lunedì 27 gli agenti di polizia hanno fatto irruzione in diverse stazioni radiofoniche private del Paese, interrompendo la copertura in diretta delle proteste.

Mercoledì 29, quarto giorno di proteste, un funzionario del dipartimento di stato americano ha dichiarato di essere in partenza per il Burundi.

Durante la guerra civile del Paese, combattuta dal 1993 al 2005, l’esercito – all’epoca composto esclusivamente da membri di etnia Tutsi – ha combattuto contro alcuni gruppi di ribelli Hutu, etnia loro rivale.

L’attuale presidente Nkurunziza era il leader di uno di questi gruppi, e dal 2005 è alla guida del paese con il suo partito, il Consiglio nazionale per la difesa della democrazia – Forze per la difesa della democrazia (Cndd-Fdd).

—Leggi l’articolo: Le proteste in Burundi contro il presidente: migliaia di manifestanti sono scesi in piazza per contestare Nkurunziza, che vuole ricandidarsi per la terza volta. Negli scontri con la polizia sono morte 5 persone.