Me

Roma è più vecchia di quanto potresti pensare

Secondo la tradizione, la fondazione di Roma risale al 753 a.C., ma alcuni reperti mostrano che la città eterna potrebbe essere nata anche 100 anni prima

Immagine di copertina

Roma ha celebrato lo scorso 21 aprile il suo 2.768° anniversario. Secondo la tradizione, i fratelli Romolo e Remo fondarono la città nel 753 a.C., nella zona corrispondente al Foro romano.

Ma, secondo quanto riportato dal The Guardian, alcuni reperti rinvenuti dagli archeologi nei pressi del santuario Lapis Niger (la Pietra Nera), nella piazza del Comizio, testimonierebbero che la fondazione di Roma risale a più di 100 anni prima.

L’esame dei reperti in ceramica rinvenuti intorno alle strutture murarie portate alla luce lo scorso anno, costituite da blocchi di tufo vulcanico, ha permesso di collocare temporalmente le mura tra il IX secolo e l’inizio dell’VIII secolo.

La costruzione muraria veniva utilizzata per incanalare l’acqua di una falda situata sotto il Campidoglio e destinata ad alimentare il fiume Spino.

La nascita della città di Roma è il frutto di un processo graduale: vi sono testimonianze di popolazioni stabilitesi sul colle Palatino risalenti addirittura al X secolo a.C., cioè circa 900 anni prima della nascita Cristo.

I risultati ottenuti sono merito dell’intuizione di Patrizia Fortini, responsabile del Foro romano per la Soprintendenza ai beni archeologici di Roma, che ha deciso di ricorrere a tecnologie all’avanguardia per la ricognizione dell’area.