Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Yemen: la coalizione guidata dall’Arabia Saudita ha bombardato la città di Taiz, nonostante alcune ore prima avesse annunciato l’interruzione dei raid aerei contro i ribelli houthi.

Francia: il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve ha rivelato che un attentato contro una chiesa della periferia di Parigi è stato sventato lo scorso 19 aprile.

– Nigeria: le forze di sicurezza nigeriane hanno attaccato l’ultima roccaforte a loro nota di Boko Haram nella foresta di Sambisa.

Italia: 545 migranti salvati in missioni di soccorso nel Mediterraneo sono sbarcati al porto di Salerno a bordo di una corvetta della Marina militare. Altri 446 sono sbarcati al porto siciliano di Pozzallo.

Italia: la Camera ha approvato definitivamente il disegno di legge sul divorzio breve. In caso di separazione consensuale, bastano sei mesi per divorziare e non più tre anni.

Libia: la guardia costiera italiana ha messo in salvo 220 migranti al largo delle coste libiche.

Grecia: secondo Thomas Wieser, capo del gruppo di lavoro europeo, il Paese non presenterà una lista di riforme all’incontro dei ministri dell’economia dell’eurozona che si terrà venerdì prossimo a Riga.

Vaticano: il capo della sala stampa della Santa Sede, Federico Lombardi, ha annunciato che Papa Francesco farà tappa a Cuba prima di recarsi negli Stati Uniti il prossimo settembre.

Italia: Standard & Poor’s taglia il rating a lungo e breve termine di Eni, passando da A ad A-.

Afghanistan: la Nato dubita che dietro il recente attentato suicida nella città di Jalalabad ci sia l’ISIS.

The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E