Me

I colori della Feria di Siviglia

Ogni anno ad aprile si celebra nel capoluogo dell'Andalusia la Feria de Abril, una delle feste più popolari del Paese

Immagine di copertina

È la settimana più attesa dai cittadini di Siviglia, il capoluogo dell’Andalusia al sud della Spagna, e probabilmente di tanti altri spagnoli. Si tratta della Feria di Siviglia o Feria de Abril, una delle feste popolari più importanti del Paese, che inonda la città di luci e colori. Come ricorda il testo di una canzone di Los del Río, il duo spagnolo che cantava la Macarena, “Sevilla tiene un color especial” (Siviglia ha un colore speciale). 

La prima edizione della Feria risale al 1846, fu istituita curiosamente da due non sevillani – un basco e un catalano – per la compravendita del bestiame, anche se con il passare del tempo è diventata una festa popolare durante la quale tutta la città si riversa in strada. Dal suo anno di fondazione, la Feria si celebra ogni anno una o due settimane dopo la pasqua e dura sette giorni.

La cerimonia che segna l’inizio delle festa si chiama alumbrao e per l’occasione vengono accese, a mezzanotte della prima sera, le migliaia di lampadine che illuminano l’entrata del recinto del Real, dove si svolge la Feria. Le donne, vestite da ballerine di flamenco, indossano i caratteristici abiti da gitane, ispirati alle vesti tradizionali delle contadine del passato.

Le migliaia di lampadine dell’entrata al recinto del Real, accese durante la cerimonia dell’alumbrao, nel 2014

All’interno del recinto del Real si trovano le caratteristiche casetas, chioschi dove si possono ascoltare diversi tipi di musica dal vivo, bere il vino caratteristico di Sanlúcar de Barrameda, mangiare il jamòn e ballare il flamenco. Durante la Feria, molte persone si muovono per la città in carrozza o a cavallo, anche all’interno del recinto.

Le feste si concludono, l’ultimo giorno, con uno spettacolo di fuochi d’artificio sulle rive del fiume GuadalquivirL’edizione del 2015 ha avuto inizio lo scorso lunedì 20 aprile e si concluderà il 26 aprile. 

Campagna regione lazio