Me

Molestie sessuali sui trasporti pubblici

Il video di una campagna per la denuncia delle molestie sessuali sui trasporti pubblici. Solo una persona su dieci denuncia di averle subite

Immagine di copertina

L’azienda dei trasporti di Londra, Transport for London (Tfl), ha creato una campagna a favore della denuncia delle molestie sessuali che avvengono sui mezzi pubblici.

La campagna, denominata Report it to stop it, mira a incrementare il numero di denunce da parte di coloro che subiscono molestie sessuali sui mezzi pubblici. 

Il video della campagna mostra una donna molestata su un vagone della metro da un uomo. La donna fa per spostarsi ma viene seguita e toccata dall’uomo. 

Secondo i dati forniti dall’azienda, nel Regno Unito il 10 per cento dei passeggeri è vittima di molestie sessuali sui mezzi pubblici, ma solo una vittima su dieci denuncia l’accaduto.

La campagna incoraggia tutte le vittime a contattare il numero 61016 della polizia britannica dei trasporti per denunciare la molestia e indicarne la natura, il luogo e l’ora. 

Claire Cohen, una giornalista del Telegraph, si è espressa in senso contrario rispetto al messaggio che Tfl vuole trasmettere. Secondo lei, la vittima non dovrebbe solo denunciare l’episodio ma contrastarlo, fermando l’aggressore nel suo tentativo di importunarla.

Qui il video della campagna Report it to stop it.