Me

Il colore delle canzoni

Melissa McCracken soffre di sinestesia. Per questo, ogni volta che sente un suono ne vede i colori. Qui le sensazioni visive che le producono alcune canzoni

Immagine di copertina

Melissa McCracken è una ragazza americana che soffre di sinestesia, una condizione neurologica che stimola diversi sensi allo stesso tempo, tra cui udito, olfatto, vista, tatto e gusto, mischiandoli tra loro. Il suo cervello risponde agli stimoli con sensazioni diverse da quelle che gli esseri umani percepiscono normalmente. 

Nel suo caso, Melissa vede colori ogni qual volta che sente un suono, e per questo disegna la musica. Fino ai quindici anni, pensava che tutti vedessero colori dappertutto, in continuazione, proprio come lei. Ma la sua condizione è rara. 

Secondo uno studio condotto da David Brang e Vilayanur Ramachandran del dipartimento di psicologia della University of California e pubblicato su Plos Biology, il fenomeno della sinestesia riguarda tra il 2 e il 4 per cento della popolazione, e nel 40 per cento dei casi la condizione ha una componente genetica.

Queste sono le
immagini dei quadri che Melissa McCracken ha dipinto ascoltando diverse canzoni. Ha
plasmato sulla tela le sensazioni visive che il suono le ha stimolato. Dai
Radiohead a Jimi Hendrix, il risultato della sua playlist è questa magica
collezione di tele che ricorda le tracce di un vero e proprio album.

— Leggi anche L’uomo che sentiva i colori