Me

Berlusconi può di nuovo ricoprire cariche pubbliche

Il tribunale di sorveglianza di Milano ha considerato estinta la pena per l'ex premier condannato per il caso Mediaset

Immagine di copertina

Il tribunale di sorveglianza di Milano ha dichiarato estinta la pena per l’ex presidente del consiglio e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, a fronte dei 10 mesi e mezzo di affidamento in prova ai servizi sociali cui era stato ammesso un anno fa a seguito della condanna a 4 anni di carcere – 3 dei quali coperti dall’indulto – per il caso Mediaset.

Dopo aver preso atto dell’esito positivo dell’affidamento ai servizi sociali, i giudici hanno deciso l’estinzione anche della pena accessoria nei confronti di Berlusconi, che prevedeva l’interdizione per due anni dai pubblici uffici per l’ex premier.

Da questo momento, il leader di Forza Italia potrà coprire nuovamente incarichi pubblici.

Silvio Berlusconi era stato condannato l’8 maggio 2013 in via definitiva a 4 anni per frode fiscale, con l’accusa di aver creato un meccanismo di compravendita di diritti cinematografici volto a creare e occultare fondi neri.