Me

L’acido per creare bellezza, non per sfigurarla

Una serie di opere realizzate tramite l'azione corrosiva dell'acido su placche di metallo ritraggono donne vittime degli attacchi

Immagine di copertina

Erik Ravelo, un artista di origine cubana e direttore creativo di Fabrica, un centro di ricerca sulla comunicazione con sede a Treviso, ha dato vita a Facing, un progetto artistico e campagna contro gli attacchi con l’acido e la violenza sulle donne. Il progetto è in sostegno a Smile again fvg, un’associazione creata nel 2003 che si occupa di interventi di chirurgia ricostruttiva, sostegno psicologico e reinserimento sociale delle vittime che hanno subìto attacchi con l’acido.

Il video qui sotto mostra come sia possibile creare bellezza attraverso l’uso dell’acido come tecnica artistica. Gli artisti residenti al Fabrica hanno ideato ritratti di donne sfigurate su larga scala, tramite l’azione corrosiva dell’acido, su grandi placche di metallo.

I ritratti sono ispirati alla storia di Iram Saeed, una giovane attivista pakistana che fu vittima di un attacco nel 1996 dopo aver rifiutato una proposta di matrimonio. Perse l’occhio destro e da allora ha dovuto subire 25 interventi chirurgici. Iram ha partecipato al progetto dopo essere entrata in contatto con i ragazzi del Fabrica tramite Smile again fvg. Il progetto di Facing è stato recentemente scelto da adforum come una delle cinque migliori campagne della settimana.