Me

Chi è Muhammodu Buhari, il nuovo presidente della Nigeria

Il neoeletto presidente Buhari era già stato alla guida della Nigeria e aveva portato avanti una battaglia contro l'indisciplina

Immagine di copertina

Dopo essere stato sconfitto nelle ultime tre elezioni, Muhammodu Buhari è riuscito a vincere. Alle votazioni del 28 marzo, l’ex generale è stato eletto nuovo presidente della Nigeria, diventando il primo candidato dell’opposizione a sconfiggere un presidente uscente.

Muhammodu Buhari ha 72 anni, è musulmano ed è alla guida della coalizione “All progressives’ congress” (Apc) formata da partiti dell’opposizione. Ha ottenuto quasi 15 milioni di voti, contro i 13 milioni del presidente uscente, Goodluck Jonathan.

Buhari era già stato alla guida della Nigeria dopo il colpo di Stato militare del 31 dicembre 1983.

Nei 20 mesi in cui ha governato, il generale ha condotto una “guerra contro l’indisciplina”, obbligando i nigeriani a formare code ordinate alle fermate degli autobus, pena le frustate da parte dell’esercito, mentre i dipendenti pubblici venivano umiliati pubblicamente se arrivavano in ritardo al lavoro.

Durante il suo governo, circa 500 politici, funzionari e uomini d’affari sono stati incarcerati a seguito di una campagna contro gli sprechi e la corruzione.

Buhari è sempre stato molto popolare tra gli abitanti del nord della Nigeria. Grazie alla sua campagna contro la corruzione, ha mantenuto la reputazione di uomo onesto e inflessibile e, secondo quanto riportato dalla Bbc, è per questo che molti nigeriani lo considerano l’uomo adatto a condurre la lotta contro il gruppo terroristico di Boko Haram, che continua a minacciare il Paese.

— Cos’è Boko Haram

Nel luglio 2014, Buhari è sopravvissuto a un attacco contro il convoglio su cui stava viaggiando, a Kaduna. L’aggressione aveva tutte le caratteristiche di un tentativo di omicidio da parte di Boko Haram.

Durante la campagna elettorale, Buhari ha accusato il presidente Jonathan di aver reagito in modo debole e tardivo agli attacchi dei terroristi islamici e ha promesso che se fosse stato eletto avrebbe sconfitto Boko Haram in pochi mesi.

— Il massacro di Boko Haram in Nigeria

Nel periodo in cui è stato alla guida della Nigeria, Buhari ha inoltre introdotto un decreto che limitava la libertà di stampa, in base al quale sono stati incarcerati due giornalisti.

Inoltre, i suoi tentativi di riassestare le finanze pubbliche del Paese hanno portato alla perdita di molti posti di lavoro e alla chiusura di alcune imprese.

Il dissesto economico ha condotto a un nuovo colpo di Stato nel 1985, stavolta ad opera del generale Gen Ibrahim Babangida. In seguito alla presa di potere di Babangida, Buhari è stato imprigionato per 40 mesi.

Negli anni successivi, Muhammodu Buhari ha continuato a difendere il colpo di Stato del 1983.

“Dipende dal popolo: se scegliesse i leader giusti non ci sarebbe alcun bisogno di un regime militare”, ha detto nel 2005, “L’esercito è arrivato quando era assolutamente necessario e chi era stato eletto aveva deluso il Paese.”