Me

Harlem negli anni Settanta

Il fotografo Jack Garofalo ha immortalato nei suoi scatti il celebre quartiere di New York in un reportage del 1970

Immagine di copertina

All’inizio degli anni Settanta, il quartiere newyorchese di Harlem era abitato solo da quelli troppo poveri o troppo orgogliosi per andarsene. Le case popolari fatiscenti, spesso abbandonate, la spazzatura gettata ovunque, le scuole di bassissimo livello e la violenza per le strade, avevano spinto i neri di Harlem – storicamente la maggioranza della popolazione del quartiere – a trasferirsi in altre zone di New York City, come il Queens, Brooklyn e il Bronx.

Eppure le fotografie di Jack Garofalo per Paris Match scattate nelle sei settimane che ha trascorso lì nell’estate del 1970, raccontano un’altra Harlem. Una Harlem ancora viva, colorata e vibrante.

Harlem è rimasta la capitale culturale e politica dei neri di New York e, possibilmente, di quelli americani, nonostante il grande esodo della popolazione nera del quartiere risalente proprio agli anni Settanta.