Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Libia: secondo il direttore dell’agenzia Frontex, fino a un milione di migranti sono pronti a partire dal Paese nel 2015. Il 90% dei flussi migratori irregolari in Italia viene dalla Libia.

Israele: un palestinese si è lanciato con la propria auto contro un gruppo di persone che aspettava il tram a Gerusalemme. Per la polizia si tratta di un atto di terrorismo.

Siria: il leader del Fronte Al Nusra, il braccio siriano di Al Qaeda, è morto in un bombardamento dell’aviazione fedele ad Assad. Il gruppo ha confermato la morte sui social network.

Iraq: l’Isis ha distrutto i resti della città assira di Nimrud, risalenti al IX secolo a.C.. L’Unesco ha definito l’atto un crimine di guerra.

Tanzania: 4 persone sono state ritenute colpevoli dell’uccisione di una donna albina nel 2008. Dal 2000 70 albini sono stati uccisi nel Paese. Nel corso della giornata, 32 medici tradizionali sono stati arrestati con l’accusa di aver ucciso albini.

Italia: lo spread è sceso sotto i 90 punti per la prima volta dal 2010.

Unione europea: i Paesi membri si sono impegnati, in vista della conferenza di Parigi sul clima che si terrà a dicembre, a ridurre di almeno il 40 per cento le emissioni di gas serra rispetto al 1990 entro il 2030.

Libia: un uomo armato ha attaccato il giacimento petrolifero di Al Ghani uccidendo 8 persone che erano di guardia.

Francia: Claude Guèant, ex ministro dell’Interno e consigliere dell’ex presidente Nicolas Sarkozy, è stato messo in custodia cautelare nell’ambito dell’inchiesta riguardo presunti finanziamenti illegali che l’ex dittatore libico Gheddafi avrebbe elargito per la campagna elettorale di Sarkozy.

Stati Uniti: nel mese di febbraio nel Paese sono stati creati 259mila nuovi posti di lavoro.

Italia: questa mattina l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha concluso il periodo di affidamento ai servizi sociali che aveva dovuto scontare come pena per frode fiscale.

Mali: il governo e i partiti di opposizione hanno deciso di rinviare le elezioni previste per il 26 aprile perchè la situazione di instabilità e il conflitto in corso nel nord del Paese non hanno permesso di aggiornare i registri elettorali.

Spazio: la Nasa ha reso noto che la sonda spaziale Dawn è entrata nell’orbita del pianeta nano Ceres, distante oltre 500 milioni di chilometri dalla terra.