Me

Le notizie in pausa pranzo

Il punto su cosa sta succedendo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Gerusalemme: un automobilista palestinese si è lanciato con la propria auto contro un gruppo di pedoni che aspettavano il tram. Almeno 5 persone sono rimaste ferite, mentre l’automobilista è stato arrestato. La dinamica, simile a quella di alcuni attentati avvenuti nel 2014, ha fatto sì che la polizia abbia considerato l’episodio un atto di terrorismo.

Tanzania: 4 persone sono state ritenute colpevoli dell’uccisione di una donna albina nel 2008. Secondo l’Onu, in Tanzania sarebbero 70 gli albini uccisi dal 2000 a oggi.

Tunisia: le forze dell’ordine hanno sequestrato una grande quantità di armi al confine con la Libia, dirette probabilmente verso i gruppi jihadisti che operano al confine tra Tunisia e Algeria.

Russia: in seguito alla crisi economica che ha colpito il Paese, Vladimir Putin ha annunciato che ridurrà il proprio stipendio del 10 per cento. Faranno lo stesso anche altri importanti esponenti del governo russo, come il primo ministro Dmitri Medvedev.

Iraq: l’Unesco ha dichiarato che la distruzione da parte dell’Isis degli antichi edifici di epoca assira di Nimrud rappresenta un crimine di guerra.

Turchia: l’oppositore del regime del Tagikistan, Umarali Kuvvatov, è stato ucciso a Istanbul. Non si conosce l’identità dell’autore dell’omicidio.

Russia: Ganna Duritska, la compagna dell’oppositore Boris Nemtsov, ucciso lo scorso 27 febbraio a Mosca, ha subito negli ultimi giorni diverse minacce di morte. La Duritska, che si trova ora in Ucraina, è l’unica testimone dell’omicidio.

Sud Sudan: durante i negoziati di pace in corso in Etiopia non è stato trovato alcun accordo.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E

Campagna regione lazio