Me

Le notizie in pausa pranzo

Il punto su cosa sta succedendo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Turchia: il primo ministro Ahmet Davutoglu ha detto che il suo Paese, pur non prendendo parte alla guerra in Iraq e Siria contro l’Isis con i propri soldati, sosterrà l’offensiva di Baghdad per riprendere il controllo della città di Mosul.

Russia: il presidente del consiglio italiano Matteo Renzi, durante il suo viaggio a Mosca, ha reso omaggio a Boris Nemtsov, l’oppositore russo morto lo scorso 27 febbraio, nel luogo dove è stato ucciso.

Nuova Zelanda: i documenti rivelati dall’ex tecnico Nsa Edward Snowden e pubblicati dal sito The Intercept hanno rivelato che il Paese ha spiato i dati di internet di diversi Paesi dell’area del Pacifico.

Libia: la compagnia petrolifera nazionale ha dichiarato lo stato di forza maggiore in 11 campi a causa degli attacchi dei miliziani dell’Isis.

Indonesia: ha rifiutato lo scambio di prigionieri proposto dall’Australia volto a salvare la vita a due trafficanti di droga australiani condannati a morte dal governo di Giacarta.

Italia: la sede del quotidiano Il Sole 24 ore, a Milano, è stata evacuata dopo un allarme bomba causato da una telefonata anonima.

Russia: le forze armate stanno tenendo un’esercitazione su larga scala in Crimea e Caucaso con oltre 2mila uomini. Lo riferiscono le agenzie di stampa russe Ria Novosti e Interfax.

Turchia: un aereo da guerra dell’aviazione è precipitato nei pressi di Konya, al centro del Paese. Due membri dell’equipaggio sono morti.

Unione europea: i rappresentanti dei 28 stati hanno deciso di posticipare al 2018 la fine delle tariffe del roaming internazionale, inizialmente prevista per il 2015.

Italia: secondo l’Istat, il prodotto interno lordo italiano è sceso dello 0,4 per cento nel corso del 2014.

Regno Unito: il primo ministro David Cameron ha rifiutato di partecipare a un faccia a faccia televisivo con il leader laburista Ed Milliband in vista delle elezioni politiche del prossimo 7 maggio. Ha però riferito che parteciperà solo al confronto con anche tutti gli altri candidati.

Grecia: il campionato di calcio, sospeso dal governo dopo gli scontri tra i tifosi di Olympiakos Pireo e Panathinaikos la scorsa settimana, riprenderà nel prossimo weekend, ma per almeno due giornate si giocherà a porte chiuse. Lo ha riferito il viceministro dello sport Stavros Kontonis.

Italia: due persone sono morte a causa del maltempo in Toscana e Marche.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E