Me

Bambini con tre genitori

Il Regno Unito è diventato il primo Paese al mondo che permette la procreazione di bambini con DNA proveniente da tre persone

Immagine di copertina

Il Regno Unito è diventato il primo Paese al mondo a emanare una legge che permette la procreazione di bambini con il patrimonio genetico proveniente da tre persone diverse.

Questa tecnica permetterà ai genitori con difetti genetici nei miticondri di avere figli sani, attraverso l’importazione dello 0,1 per cento di DNA di una terza persona.

I mitocondri sono organelli cellulari presenti in quasi tutto il corpo e convertono il cibo in energia mediante il processo di respirazione cellulare.

Vengono trasmessi esclusivamente attraverso la madre e nel caso di un difetto genetico il corpo del neonato non riesce a produrre abbastanza energia per far funzionare il cuore e il cervello.

La tecnica, che è stata sviluppata nella città di Newcastle, nel nord dell’Inghilterra, è sostanzialmente una variante della fecondazione in vitro che permette di combinare una minima parte del DNA di una donatrice a quello di una coppia.

Secondo il Ministro della Salute britannico Lord Howe “la tecnologia è a disposizione delle famiglie che la vogliono sfruttare”. 

“Sarebbe crudele e perverso”, dice Lord Howe “negare loro questa opportunità”.

Parte del mondo scientifico britannico si è schierato contro la legge, affermando di essere preoccupata per la possibilità che il Paese si stia dirigendo verso la procreazione di bambini su misura utilizzando le tecniche di ingegneria genetica. 

Al momento, tuttavia, la legge verrà applicata soltanto nei casi di rare malattie genetiche.

Il primo bambino procreato con questa tecnologia potrebbe nascere già nel 2016.

Campagna regione lazio