Me

Il minor numero di nascite di sempre

In Italia non sono mai nati così pochi bambini dal 1861. È uno dei dati emersi dal rapporto Istat sulla popolazione del 2014

Immagine di copertina

In Italia nel 2014 le nascite hanno toccato il minimo storico dal 1861, anno della nascita dello stato italiano.

I bambini nati in Italia lo scorso anno sono stati solamente 509mila. È quanto emerge dagli ultimi indicatori demografici diffusi dall’Istat nel rapporto sullo stato della popolazione italiana nel corso del 2014.

Undici cose da sapere sull’andamento della popolazione in Italia:

1) Ne 2014 sono nati 509mila bambini, 5mila in meno rispetto al 2013.

2) Nel 2014 sono morte 597mila persone, un dato in calo rispetto ai 601mila del 2013 ma superiore al numero delle nascite.

3) Il numero medio di figli per donna è di 1,39. Questo dato è rimasto invariato tra 2013 e 2014.

4) La regione dove si fanno più figli è il Trentino-Alto Adige, dove sono 1,6 per ogni donna.

5) Il Trentino-Alto Adige è la regione con il tasso di natalità – ovvero il rapporto tra nuovi nati e popolazione – più alto (9,9 per mille), mentre la Liguria è quella ad averlo più basso (6,9 per mille).

6) Trentino-Alto Adige e Campania sono le uniche due regioni ad aver avuto nel 2014 più nascite che morti.

7) L’età media di una donna al momento del parto è di 31,5 anni, in salita rispetto ai 31 anni del 2013.

8) Per la prima volta si registra un calo delle nascite delle donne straniere residenti in Italia, che scende a 1,97 figli per donna.

9) L’aspettativa di vita di un uomo è di 80,2 anni, quella di una donna di 84,9.

10) I cittadini italiani residenti in Italia sono 55,7 milioni.

11) L’età media della popolazione è 44,4 anni, ed è così distribuita: – 13,8 per cento fino ai 14 anni; – 64,4 per cento tra i 15 e i 64; – 21,7 per cento dai 65 in su.

Campagna regione lazio