Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Yemen: In Yemen i ribelli sciiti houthi hanno tentato un colpo di stato. Questa mattina si sono scontrati con le forze di sicurezza governative in seguito a un attacco al palazzo presidenziale: 9 morti.

Il ministro dell’Interno Jalal al Roweishan ha dichiarato che è entrata in vigore la tregua richiesta dai ribelli. Ma questi ultimi avrebbero nel frattempo anche circondato il palazzo in cui risiede il primo ministro Khaled Bahah, che si trova all’interno.

India: un gruppo di hindu ha appiccato il fuoco contro alcune case in una comunità musulmana nell’est del Paese, uccidendo tre persone. Secondo le prime ricostruzioni sarebbe una vendetta per l’omicidio di un giovane hindu avvenuto alcuni giorni fa, per cui gli hindu hanno accusato i musulmani.

Siria: i combattenti curdi hanno ripreso il controllo di una collina strategica nella città di Kobane controllata dall’Isis. Nella città i combattimenti tra le due parti proseguono da settembre.

Mondo: secondo l’organizzazione no profit Oxfam, tra un anno la ricchezza posseduta dall’1 per cento della popolazione mondiale sarà superiore a quella del restante 99 per cento.

Niger: le proteste contro l’ultimo numero del settimanale satirico Charlie Hebdo hanno portato, nella capitale Niamey, al rogo di 45 chiese, un orfanotrofio, una scuola cristiana, 36 ristoranti e 5 hotel. Sono inoltre morte 5 persone mentre 128 sono stati i feriti. Lo riporta l’agenzia Afp.

Italia: nell’ambito dell’inchiesta Mafia capitale, il tribunale del riesame di Roma ha detto che nell’Ama, l’azienda che si occupa di rifiuti e servizi ambientali nella città, “il fenomeno corruttivo ha raggiunto la massima espressione inquinando tutte le gare d’appalto”.

Germania: il gruppo conservatore PEGIDA che si batte “contro l’islamizzazione dell’occidente” ha annunciato che organizzerà nuove marce. La polizia aveva proibito quella in programma oggi a Dresda per motivi di sicurezza, dopo che un leader del movimento aveva subito minacce.

Palestina: l’Unione europea presenterà ricorso contro la sentenza del tribunale Ue del 17 settembre, secondo cui il movimento palestinese di Hamas non dovrebbe essere inserito nella lista dell’Ue delle organizzazioni terroristiche.

Camerun: un’operazione dell’esercito ha portato alla liberazione di 24 persone che erano state fatte prigioniere il 18 gennaio dai miliziani di Boko Haram.

Belgio: oggi si è tenuto a Bruxelles il vertice europeo sul terrorismo. L’alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini, ha annunciato che presto l’Ue terrà azioni contro il terrorismo insieme a Turchia e Paesi arabi.

Repubblica Centrafricana: un’operatrice umanitaria francese è stata rapita nella capitale Bangui.

Ucraina: una granata ha colpito l’ospedale di Donetsk, nell’est del Paese, ferendo sei persone. Tre persone sono invece morte negli scontri nei pressi dell’aeroporto della città.

Guinea: le scuole del Paese sono state riaperte dopo cinque mesi di chiusura dovuti all’emergenza Ebola.

Indonesia: le autorità del Paese hanno dichiarato che l’incidente che ha portato alla caduta del volo AirAsia non è da imputarsi a cause terroristiche.

Repubblica Democratica del Congo: scontri tra polizia e manifestanti durante una protesta contro la riforma della legge elettorale.

Bangladesh: la leader dell’opposizione è stata liberata dal confino dopo due settimane di scontri nei quali sono morte 27 persone.

Kenya: il governo ha sospeso il funzionario di polizia che aveva ordinato di usare i gas lacrimogeni contro una protesta in una scuola di Nairobi.

Madagascar: 14 persone sono morte in una tempesta tropicale.

Amazon: l’azienda ha annunciato che inizierà ad acquistare e produrre film originali attraverso la divisione dell’azienda Amazon studios, che si occupa di intrattenimento. I film saranno distribuiti al cinema e, dopo alcune settimane, in streaming.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E