Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Siria: Hayat Boumedienne, ricercata per gli attentati dei giorni scorsi in Francia, ha raggiunto il Paese lo scorso 8 gennaio. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri turco.

Stati Uniti: hackerati i profili Twitter e Youtube del comando centrale della Difesa. Sono apparsi tweet di minaccia verso i soldati statunitensi a firma dell’Isis.

Francia: dopo la strage di Charlie Hebdo sono stati registrati oltre 50 attacchi contro luoghi di culto musulmani nel Paese. L’ha denunciato l’Osservatorio contro l’islamofobia del consiglio francese del culto musulmano.

Arabia Saudita: il blogger Raif Badawi è stato frustato pubblicamente per aver fondato un sito indipendente.

Siria: secondo la Cia e l’International centre for the study of radicalisation and political violence (Icsr) sono almeno 15mila le persone che hanno raggiunto il Paese per combattere contro il regime di Bashar al Assad. Molti di loro si sono uniti all’Isis.

Cuba: sono stati rilasciati 53 prigionieri politici, come stabilito dagli accordi con gli Stati Uniti.

Francia: il legale del giornale Charlie Hebdo, Richard Malka, ha dichiarato che nel prossimo numero saranno presenti nuove vignette satiriche su Maometto e sulla religione.

Nigeria: Ignatius Kaigama, arcivescovo della diocesi di Jos, ha accusato l’occidente di ignorare Boko Haram.

Papa Francesco: ha ribadito il suo sostegno alla soluzione dei due stati per la questione israelo-palestinese, auspicando diventi effettiva il prima possibile.

Regno Unito: il Royal free hospital ha comunicato che sono migliorate le condizioni dell’infermiera britannica contagiata dal virus Ebola.

Francia: il governo ha mobilitato 10mila agenti per proteggere i luoghi più sensibili del Paese.

Italia: l’ex ministro degli Esteri Emma Bonino ha annunciato di avere un tumore ai polmoni.

Iraq: 12 soldati sciiti sono morti a nord di Baghdad a causa di un’autobomba.

Camerun: Boko Haram ha attaccato una base militare nel nordovest del Paese.

Ucraina: l’Interpol ha inserito l’ex presidente ucraino Viktor Janukovič nell’elenco dei ricercati.

Cina: la polizia ha ucciso 6 persone nello Xinjang sospettate di voler compiere un attentato.

Italia: la Corte d’appello ha chiesto nuove indagini sulla morte di Stefano Cucchi.

Francia: la procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per apologia di terrorismo contro il comico Dieudonné M’bala M’bala che avrebbe detto di sentirsi Charlie Coulibaly, unendo il nome del giornale Charlie Hebdo e del terrorista Amedy Coulibaly. Il comico è già stato in passato condannato per antisemitismo.

Stati Uniti: secondo il Financial Times sono sempre di più le aziende americane che delocalizzano la produzione in Paesi dove il costo del lavoro è più basso.

Italia: 21 persone sono state arrestate nella provincia di Salerno per associazione mafiosa.

Croazia: la conservatrice Kolinda Grabar-Kitarovic ha vinto le elezioni presidenziali con il 50,5 per cento dei voti.

Egitto: un tribunale ha assolto 26 uomini arrestati in una sauna pubblica e accusati di “incitamento alla dissolutezza”.

Italia: nel 2014 sono morte 44 persone a causa di frane e inondazioni. Lo riportano i dati dell’Istituto per la ricerca e la protezione idrogeologica del consiglio nazionale delle ricerche (Irpi-Cnr).

Pakistan: i ribelli del Belucistan uccidono 7 paramilitari.

Spazio: la capsula statunitense Dragon ha raggiunto la Stazione spaziale internazionale.

Mozambico: Afonso Dhlakama, leader del partito d’opposizione Renamo, ha minacciato di creare un governo parallelo nelle regioni centrosettentrionali per protestare contro le presunte irregolarità delle ultime elezioni.

Afghanistan: il presidente Ashraf Ghani ha nominato il nuovo governo di coalizione.

Italia: l’esponente del Pd Raffaella Paita ha vinto le primarie del centrosinistra in Liguria per scegliere il candidato presidente della regione.

Russia: è morta a 75 anni la sottosoprano Elena Obraztsova.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E