Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Nigeria: almeno 185 persone sono state rapite da presunti membri di Boko Haram nel nordest del Paese. Nell’attacco sono state uccise almeno 32 persone.

Medio Oriente: è stato presentato alle Nazioni Unite un progetto palestinese per la pace con Israele.

Venezuela: secondo l’agenzia di rating Fitch, il Paese sarebbe a rischio default.

Russia: l’Ikea ha sospeso le vendite di elettrodomestici fino al 20 dicembre, per timore di non essere in grado di soddisfare il fabbisogno dei russi a seguito del crollo del rublo. Il governo stanzierà mille miliardi di rubli per le banche del Paese, per cercare di risolvere la crisi economica.

Iraq: nelle ultime settimane sono morti tre leader militari dell’Isis nei raid statunitense. Lo ha annunciato il generale americano Martin Dempsey.

Ebola: il medico italiano di Emergency contagiato dal virus è in grado di alimentarsi e camminare autonomamente.

Grecia: secondo un rapporto della Federazione mondiale dei diritti umani, le misure di austerità applicate nel Paese hanno messo a rischio i diritti umani.

Obesità: per la corte di giustizia dell’Unione europea può essere considerata una disabilità.

Crimea: l’Unione europea ha emanato nuove sanzioni per limitare gli investimenti nella regione.

Tunisia: è stata nominata dall’Economist Paese dell’anno 2014.

– Italia: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha annunciato, durante il discorso al corpo diplomatico, la fine imminente del suo mandato.

Camerun: l’esercito ha ucciso 116 miliziani di Boko Haram nel nord del Paese.

Egitto: condannati a diverse pene 40 sostenitori dell’ex presidente Morsi.

Colombia: i guerriglieri delle Farc hanno annunciato un cessate il fuoco unilaterale a tempo indeterminato a partire dalla mezzanotte del 20 dicembre.

Corea del Nord: l’assemblea generale dell’Onu ha votato una risoluzione non vincolante in cui chiede al Paese di presentarsi di fronte alla corte penale internazionale per violazione dei diritti umani.

Messico: il governo invia l’esercito a seguito di una sparatoria tra gruppi di autodifesa nella regione di Michoacán.

Kenya: approvata una nuova legge antiterrorismo.

Paesi Bassi: il deputato di estrema destra Geert Wilders sarà processato per incitamento all’odio.

Germania: evacuate 10mila persone a Berlino per il rinvenimento di un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale.

Italia: è morta all’età di 78 anni l’attrice Virna Lisi.

India: Sonia Gandhi, presidente del partito Congress, è stata ricoverata ieri in ospedale per un’infezione respiratoria.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E