Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Italia: oggi si è svolto lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil contro le proposte del governo sul lavoro. Secondo i sindacati avrebbe aderito il 70 per cento dei lavoratori. A Milano e Torino scontri tra polizia e manifestanti.

Bangladesh: diverse tonnellate di petrolio si sono riversate nel fiume Shela, nei pressi della più grande foresta di mangrovie nel mondo.

Portogallo: il Parlamento ha chiesto al governo di riconoscere lo stato palestinese.

Stati Uniti: in seguito all’autopsia, la morte del 12 enne nero Tamir Rice, ucciso dalla polizia, è stata classificata come omicidio.

Cisgiordania: un palestinese ha attaccato con l’acido cinque israeliani, ferendoli lievemente. L’attentatore è stato ferito con un colpo d’arma da fuoco.

Regno Unito: un portavoce del governo ha rivelato che i servizi segreti britannici hanno contattato la Cia prima della pubblicazione del rapporto sulle torture. Alcuni riferimenti ai servizi britannici, dichiara il portavoce, potrebbero essere stati rimossi dal rapporto.

Ucraina: nelle prime 24 ore la tregua ha funzionato. Per la prima volta non si sono verificati incidenti.

Ebola: il numero di morti a causa del virus in Liberia, Guinea e Sierra Leone è salito a 6.583. L’ha detto l’Organizzazione mondiale della sanità.

Australia: il primo ministro Tony Abbott ha promesso un referendum per riconoscere nella costituzione le comunità aborigene per il 2017.

Messico: approvata una legge che proibisce l’uso di animali nei circhi.

Italia: 10 feriti negli scontri tra polizia e movimenti per la casa durante lo sgombero di un edificio a Roma.

Regno Unito: Jules Stenson, ex giornalista di News of the World, ha ammesso di aver effettuato intercettazioni telefoniche illegali.

Kenya: dopo gli attacchi del gruppo Al Shabaab, il governo rafforza i poteri del Presidente e delle agenzie di spionaggio del Paese.

Grecia: alcuni spari hanno colpito nella notte l’ambasciata d’Israele ad Atene.

Sierra Leone: a causa dell’epidemia di Ebola sono state cancellate tutte le celebrazioni pubbliche per il Natale e il capodanno.

Stati Uniti: la camera ha approvato un bilancio da 1,1 miliardi di dollari, evitando lo shut down.

Indonesia: accusato di blasfemia il direttore del quotidiano Jakarta Post per una vignetta contro l’Isis.

Liberia: è morto d’infarto il fotografo statunitense tre volte premio Pulitzer Michel du Chile. Si era recato nel Paese per realizzare un reportage sull’Ebola.

Mali: un ministro ha confermato la notizia per cui quattro jihadisti sarebbero stati rilasciati in cambio dell’ostaggio francese Serge Lazarevic.

Norvegia: ha interrotto le sovvenzioni per la caccia alle foche.

Hong Kong: arrestato l’editore Jimmy Lai per non aver lasciato una delle occupazioni del centro cittadino.

Stati Uniti: tre feriti in una sparatoria nella contea DeKalb, in Georgia.

Regno Unito: chiuso per circa un’ora lo spazio aereo di Londra a causa di un guasto informatico al sistema delle torri di controllo.

Italia: in fiamme una fabbrica di legname a Milano.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E