Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Cisgiordania: in uno scontro con i soldati israeliani, è rimasto ucciso il ministro senza portafoglio palestinese Ziad Abu Ein.

Siria: tre giornalisti del canale televisivo di opposizione Orient News sono rimasti uccisi da un missile sparato dalle autorità governative nel sudovest del Paese.

Iraq: un attentato dell’Isis, a Samarra, uccide 18 persone. Nove miliziani sciiti sono invece morti in un attentato a Tikrit. Da giugno a oggi oltre 700 peshmerga curdi sono morti negli scontri con l’Isis.

Italia: la commissione affari istituzionali della Camera ha approvato un emendamento al disegno di legge sulle riforme per l’abolizione dei senatori a vita.

– Persona dell’anno 2014: il settimanale statunitense Time ha scelto “The Ebola fighters”, ovvero tutti gli uomini e le donne che combattono contro il virus Ebola (leggi il nostro articolo).

Grecia: l’anarchico Nikos Romanos ha interrotto il suo sciopero della fame dopo che è stato trovato un accordo per farlo partecipare alle lezioni universitarie nonostante sia carcerato.

Italia: sarà aperta una nuova inchiesta contro l’Ilva di Taranto da parte della procura della città pugliese.

Stati Uniti: è stata eseguita, tramite iniezione letale, la condanna a morte di Robert Wayne Holsey, afroamericano che nel 1995 aveva ucciso un poliziotto bianco (leggi il nostro articolo).

Ebola: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità i morti a causa del virus sono saliti a 6.388 su 17.942 casi di contagio. Dal 7 dicembre in Sierra Leone ci sarebbero stati 397 nuovi casi.

Nigeria: un’esplosione nel nord del Paese in un mercato ha ucciso quattro persone.

Ebola: il medico italiano di Emergency ricoverato a Roma ha riiniziato a respirare da solo.

Unione europea: il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker ha dicharato che senza riforme potrebbero esserci conseguenze spiacevoli per Italia e Francia.

Hong Kong: la protesta di Occupy Central andrà avanti nonostante lo sgombero. L’hanno dichiarato i leader del movimento.

Grecia: disinnescato un ordigno artigianale di fronte a una banca ad Atene.

Italia: i carabinieri hanno eseguito in provincia di Perugia e in altre località 61 arresti per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Norvegia: Malala Yousafzai e Kailash Sathyarthi hanno ricevuto a Oslo il premio Nobel per la Pace assegnatogli lo scorso 10 ottobre (leggi il nostro articolo).

Colombia: il governo e i guerriglieri delle Farc hanno ripreso i negoziati di pace.

Nuova Zelanda: approvata la nuova legge antiterrorismo.

Sudafrica: il processo contro l’atleta Oscar Pistorius, condannato a 5 anni per aver ucciso la propria ragazza, sarà riesaminato in appello.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E