Me

Non è come sembra

L'associazione svedese per la lotta ai tumori infantili lancia una campagna shock che rivela un lato crudo della malattia

Immagine di copertina

Un cartellone pubblicitario mostra una ragazza giovane con i capelli scompigliati dal vento.

Sembra la solita pubblicità di uno shampoo, invece è una campagna shock di sensibilizzazione sui tumori infantili.

Accade in Svezia, dove la Barncancerfonden, associazione per la lotta contro il cancro nei bambini, ha riprodotto la pubblicità di un marchio di cosmetici dandole però un significato più serio.

Mentre nel cartellone originale la modella mostrava la chioma sana, in quello dell’associazione per la lotta ai tumori la protagonista, alla fine, perde i capelli: la sua era solo una parrucca.

“Ogni giorno a un bambino viene diagnosticato il cancro”, è il messaggio. Seguito dall’invito a dare un contributo via sms all’associazione. 

La pubblicità animata è stata messa nelle stazioni della metropolitana di Stoccolma e non è passata inosservata, come si vede anche nel video.