Me

L’omino rosso del semaforo

A nessuno piace aspettare. Questo rende gli attraversamenti stradali i posti più pericolosi per i pedoni

Immagine di copertina

Un semaforo rosso è un momento morto della giornata, e a nessuno piace aspettare. Questo rende gli attraversamenti stradali i posti più pericolosi per i pedoni che, spazientiti, spesso tentano l’attraversamento selvaggio. Ma non deve per forza essere così.

Durante un esperimento che si è svolto a Lisbona, in Portogallo, l’azienda automobilistica Smart ha provato ad animare l’omino rosso del semaforo, canonico segnale di “stop” per chi si trova sul marciapiede. La figura stilizzata, anziché rimanere ferma, ballava e si esibiva in passi di danza sul ritmo di una musica diffusa da altoparlanti.

A decidere i passi di danza erano i pedoni che, entrati in una cabina messa a disposizione da Smart, salivano su una piattaforma collegata a particolari sensori di movimento in grado di proiettare i gesti di mani e piedi sul faro del semaforo. Quando l’uomo del semaforo ha cominciato a muoversi, i passanti hanno iniziato a ballare seguendo il ritmo e cercando di imitarne le mosse. 

Secondo l’azienda che ha pubblicato il video, dal titolo “The dancing traffic light”, una volta concluso l’esperimento, l’81 per cento dei cittadini a piedi aveva rispettato lo stop.