Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Italia: assolti dal Tribunale di Napoli gli ex boss dei Casalesi, Francesco Bidognetti e Antonio Iovine, che avevano minacciato i giornalisti Roberto Saviano e Rosaria Capacchione. Condannato invece l’avvocato dei camorristi Michele Santonastaso.

– L’Aquila: assolti in appello gli scienziati della commissione Grandi Rischi dell’Aquila, accusati di omicidio colposo plurimo per la morte di 29 persone e per aver sottovalutato il rischio sismico nella città prima che venisse devastata dal terremoto del 2009. In primo grado erano stati condannati a sei anni di carcere.

Iraq: il ministro dell’Interno iracheno ha confermato che Abu Bakr al Baghdadi è rimasto ferito in un raid aereo. Potrebbe poi essere stato trasferito in Siria per le cure. Il Pentagono: “non abbiamo conferme”.

Nigeria: un kamikaze che si è fatto esplodere davanti a una scuola a Potiskum ha provocato almeno 47 morti. Si pensa a un attentato del gruppo terrorista Boko Haram.

Cisgiordania: un palestinese ha attaccato con un coltello tre israeliani, uccidendo una ragazza di 26 anni. La polizia d’Israele ha risposto sparando all’aggressore palestinese, ora in gravi condizioni.

Israele: il primo ministro Netanyahu ha detto: “Gli arabi israeliani se ne dovrebbero andare dallo Stato, e dovrebbero andare a vivere in Cisgiordania o nella Striscia di Gaza”. Le parole del premier israeliano si riferiscono alle proteste degli arabi israeliani dopo la morte negli scorsi giorni di un ragazzo israeliano di 22 anni. Gli rappresentano il 20 per cento della popolazione di Israele (qui ne avevamo parlato).

Romania: il ministro degli esteri Titus Corlatean si è dimesso in seguito alle proteste dei cittadini che vivono all’estero e che non hanno potuto votare al primo turno delle elezioni presidenziali.

Spagna: in due milioni alle urne per la consultazione (giudicata incostituzionale da Madrid, quindi senza effetti politici) sull’indipendenza della Catalogna. Si tratta del 35 per cento dell’elettorato totale. Di questi, l’80 per cento ha votato a favore.

Messico: arrestate 14 persone per le proteste nella capitale, dove continuano le manifestazioni contro il governo per l’uccisione dei 43 studenti rapiti e uccisi a fine settembre (leggi l’articolo).

Cina: parte la conferenza annuale dei leader dell’Asia Pacific economic cooperation (Apec). Il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il presidente cinese Xi Jinping si sono incontrati per la prima volta.

Sudafrica: indagato per corruzione il presidente Jacob Zuma. La polizia ha aperto un’inchiesta per verificare le spese per la ristrutturazione della sua residenza di Nkandla.

Kazakistan: sono atterrati vicino a Arkalyn, dopo 165 giorni in orbita, i tre astronauti della Stazione spaziale internazionale Alexander Gerst.

– Italia: la produzione industriale nel Paese è diminuita del 2,9 per cento in un anno. Moody’s pessimista sulla nazione: rischio crescita zero nel 2015.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E