Me
Cosa è successo oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

30 Ott. 2014

Apple: il numero uno dell’azienda, Tim Cook, ha fatto coming out. “Orgoglioso di essere gay”, ha dichiarato.

Migranti: naufragio di un gommone nel Canale di Sicilia. Disperse 20 persone.

Cile: è il primo Paese dell’America Latina a rendere legale la coltivazione di cannabis al fine terapeutico.

– Ucraina: raggiunto accordo con la Russia e l’Unione europea per la fornitura di gas fino al 2015.

Burkina Faso: i militari sciolgono il Parlamento e prendono il potere. I manifestanti avevano assaltato l’edificio, costringendo il Presidente Compaorè, al potere da 27 anni, a dichiarare lo stato di emergenza. 5 persone sono morte durante le proteste.

Israele: ha ritirato l’ambasciatore dalla Svezia, per manifestare il proprio dissenso verso la decisione del Paese di riconoscere lo Stato palestinese.

Siria: 80 peshmerga curdi hanno raggiunto la città di Kobane. Gli Usa hanno intensificato i raid sulla città siriana.

Iraq: trovata a Ramadi una fossa comune con 150 miliziani sunniti che combattevano contro l’Isis. Human Rights Watch riporta che nel giugno scorso l’Isis ha massacrato circa 600 persone nel carcere iracheno di Badush. Un attentato suicida a Tikrit uccide 10 persone.

Corea del Nord: tutti gli stranieri presenti nel Paese sono stati messi in quarantena per paura dell’Ebola.

– Italia: il ministro dell’Interno Alfano ha riferito alle Camere riguardo le cariche della polizia di ieri contro il corteo dei lavoratori delle acciaierie di Terni.

Spagna: il consiglio di stato ha dichiarato illegale il voto simbolico nel 9 novembre in Catalogna.

Gerusalemme: riaperta la spianata delle moschee, ma solamente agli uomini con più di 50 anni. Era stata chiusa dopo l’attentato di ieri in cui un rabbino è rimasto ferito.

Nigeria: Boko Haram ha conquistato la città di Mubi, nel nordest del Paese. Liberato un cittadino tedesco che era stato rapito la settimana scorsa.

Libia: l’esercito, che controlla gran parte di Bengasi, ha iniziato una serie di arresti tra i miliziani nella parte di città controllata.

Egitto: ha distrutto alcune case nel Sinai per creare una zona cuscinetto al confine con Gaza.

– Ebola: gli Stati Uniti hanno schierato 1.100 dei 4mila soldati che manderà in Africa occidentale per contrastare il virus.

– Eutanasia: Brittany, la ragazza che aveva commosso il mondo con un video annunciando di avere un cancro terminale, ha dichiarato che rinvierà il suicidio assistito perchè “non è il momento giusto”.

Niger: triplice attacco terroristico contro le forze di sicurezza.

Sudan: due caschi blu Onu feriti da uomini armati nel Darfur.

Mozambico: due settimane dopo le elezioni è stata ufficializzata la vittoria del Frelimo.

Stati Uniti: un piccolo aereo bimotore si schianta in Kansas. Morte quattro persone.

– Bielorussia: l’Unione europea ha prorogato le sanzioni nei confronti del Paese.

Francia: alcuni droni sono stati visti nei pressi di alcune centrali nucleari. Il governo ha aperto un’inchiesta.

Messico: trovati in una fossa comune i corpi di tre fratelli statunitensi di origine messicana.

Stati Uniti: è morto a 71 anni l’ex sindaco di Boston Tom Menino.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus