Me

C’era una volta in Italia

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino ospita una mostra dedicata al cinema del grande regista italiano Sergio Leone

Immagine di copertina

In occasione del 50° anniversario dell’uscita del celebre film Per un pugno di dollari, il Museo Nazionale del Cinema di Torino ricorda il grande regista italiano Sergio Leone con una mostra che rimarrà aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2015.

L’esposizione, che si s viluppa all’interno della Mole Antonelliana, si chiama C’era una volta in Italia. Il cinema di Sergio Leone è stata ideata e curata da Sir Christopher Frayling, autore di quella che è considerata la principale biografia del grande regista, con la collaborazione di Lorenzo Codelli. Il progetto è del Museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con la Cineteca di Bologna

La mostra ripercorre la carriera di uno dei più grandi autori del cinema e si propone di ricreare l’atmosfera dei suoi film attraverso foto, manifesti, clip, testimonianze, oggetti personali del regista e materiale della famiglia Leone restaurato e conservato nella Cineteca di Bologna.

Sergio Leone, nato a Roma nel 1929, è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. È considerato uno dei più importanti registi di sempre del cinema nazionale e internazionale, pioniere del genere Spaghetti western, come sono definiti i film italiani ambientati nel Far West.

Dagli anni Sessanta in poi, i suoi film – tra cui Per un pugno di dollari, C’era una volta in America, C’era una volta il west, Il buono, il brutto e il cattivo – sono considerati tra quelli che hanno fatto la storia del cinema.

Alle sue pellicole hanno collaborato nomi storici del cinema e della cultura come Bernardo Bertolucci, Dario Argento ed Ennio Morricone, oltre a Clint Eastwood, attore che è stato lanciato proprio dai film western di Sergio Leone.

Il regista è morto, a Roma, nel 1989.

Qui alcune immagini e locandine esposte alla mostra di Torino