Me

Cosa è successo oggi nel mondo

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Immagine di copertina

Ebola: il Pentagono ha annunciato che undici soldati statunitensi di ritorno dalla Liberia resteranno in isolamento per tre settimane nella base militare di Vicenza per essere certi che non abbiano contratti l’ebola.

– Nigeria: almeno 70 donne rapite da Boko Haram nel nordest del Paese. I miliziani costringono le donne a combattere contro l’esercito nigeriano, secondo un rapporto di Human Rights Watch.

Renzi: in un editoriale, il Wall Street Journal lo invita ad andare avanti con le riforme e definisce la Cgil “il movimento italiano del suicidio economico”.

Germania: le FEMEN hanno protestato di fronte all’ambasciata iraniana di Berlino contro l’esecuzione di Reyhaneh Jabbari lo scorso sabato all’alba. Reyhaneh Jabbari, 26 anni, era stata condannata a morte per aver ucciso l’uomo che l’aveva tentato di stuprarla.

– Ungheria: migliaia di persone sono scese in piazza a Budapest contro la proposta di legge del governo di Viktor Orban che imporrebbe una tassa sull’uso di internet, pari a 50 centesimi di euro ogni gigabyte di traffico di dati.

– Brasile: Dilma Rousseff viene riconfermata presidente nel ballottaggio contro Aecio Neves.

– Ucraina: il partito di Poroshenko vince le elezioni per il rinnovo del parlamento. Larga maggioranza per i partiti filo-occidentale. Il partito comunista fuori dal parlamento per la prima volta da 96 anni.

– Uruguay: nessun candidato alle elezioni presidenziali ottiene la maggioranza. Il secondo turno sarà tra il candidato del Frente Amplio Tabarè Vazquez e il conservatore Luis Alberto Lacalle Pou.

– Tunisia: il voto si è svolto senza incidenti. Secondo gli exit poll, sarebbe in testa il partito laico Nidaa Tounes, seguito dagli islamici moderati di Ennahda.

– Cuba: presenterà 246 progetti per rilanciare gli investimenti stranieri sull’isola, scrive il quotidiano di stato 

– Sudafrica: ucciso il portiere e capitano della nazionale di calcio Senzo Meyiwa, 27 anni, in seguito a un tentativo di rapina.

– Iraq: un attentato suicida contro gli sciiti a Jurf al-Sakhar,a sud di Baghdad, ha provocato almeno 24 morti e 25 feriti.

– Regno Unito: il premier Cameron ha confermato che non pagherà i 2,1 miliardi di euro richiestigli come quota extra dall’Unione Europea.

Grecia: annunciato sciopero dei maggiori sindacati del Paese per una manifestazione contro le politiche di austerità del governo.

– Israele: morta una ragazza di 22 anni ecuadoriana che era rimasta ferita nell’attentato di alcuni giorni in cui aveva perso la vita una bambina di 3 mesi.

– Ebola: sono più di 10mila i contagi nel mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

– Spagna: in un operazione anti-corruzione, la polizia spagnola ha arrestato circa 50 persone tra cui politici, funzionari e imprenditori accusati di aver fondato un giro di tangenti da 250 milioni di euro.

– Egitto: L’attivista e blogger Alaa Abd El-Fattah è stato nuovamente incarcerato in seguito alla libertà ottenuta in processo lo scorso marzo.

– Libano: migliaia di civili in fuga da Tripoli, seconda città del Paese, dove sono in corso scontri tra militari e miliziani vicini al fronte al-Nusra, ramo siriano di al-Qaeada.

Campagna regione lazio

– India: in arrivo il ciclone Nilofar.

– Botswana: il partito al governo, Democratic Party, ha vinto le elezioni.

Canada: il premier Harper annulla il viaggio in Cina per il timore di nuovi attentati.