Me
Le notizie di oggi
Condividi su:

Le notizie di oggi

Ogni mattina senza giri di parole su The Post Internazionale

22 Ott. 2014

Ebola: il cameraman americano della emittente NBC, che aveva contratto l’Ebola in Liberia ed era stato rimpatriato, è guarito.

Stati Uniti: è morto all’età di 93 anni Ben Bradlee, il direttore del Washington Post all’epoca del Watergate, la cui inchiesta a cura di Bob Woodward e Carl Bernstein fece esplodere lo scandalo che nel 1974 portò alle dimissioni del presidente americano Richard Nixon.

Tunisia: è l’unico Paese che ancora gode di elezioni libere democratiche dalla Primavera araba di 4 anni fa, ma è anche quello che ha contribuito maggiormente a dare vita all’Isis finora: si stima che siano tra i 2,400 e i 3,000 tunisini che hanno raggiunto la Siria e l’Iraq per combattere al fianco dello Stato Islamico.

Regno Unito: ogni settimana, in media, 5 persone partono per il Medio oriente per unirsi all’Isis.

Vietnam: libero il dissidente Dieu Cay, per la cui libertà scese in campo anche Obama.

Stati Uniti: alcuni hacker sono entrati in possesso di 500 milioni di dati. Nel mirino soprattutto le banche di Wall Street, ma anche 110 milioni di americani colpiti.

Ucraina: slitta ancora l’accordo con la Russia, ma tuttavia sembra essere più vicino del solito.

Turchia: i peshmerga curdi hanno detto che raggiungeranno Kobane nei prossimi giorni.

Croazia: il sindaco di Zagabria, arrestato domenica scorsa per corruzione, trascorrerà almeno un mese in carcere.

Serbia: l’Italia guida la missione Ue contro a criminalità organizzata.

Iran: tre pastori evangelici condannati a sei anni di carere.

Regno Unito: 3 morti, 5 feriti e 110 voli cancellati a causa dell’uragano Gonzalo.

Corea del Nord: liberato cittadino americano arrestato a maggio.

Iraq: attentato a Baghdad contro i quartieri sciiti, muoiono almeno 18 persone. La coalizione bombarda un raduno Isis presso la diga di Mosul.

Siria: 7 raid della coalizione contro i jihadisti. I curdi, secondo il Pentagono, hanno recuperato gran parte della città di Kobane. Una donna è stata lapidata dall’Isis ad Hama. Almeno 15 persone uccise in un bombardamento delle forze di Assad a sud di Damasco. L’Unicef ha distribuito aiuti ai profughi di Kobane.

Brasile: gli ultimi sondaggi danno Dilma Rousseff in vantaggio sullo sfidante Aecio Neves.

Messico: pugno di ferro del governo sulla strage degli studenti. Sospesi 1.500 agenti di polizia.

Ebola: gli Usa rafforzano le restrizioni aeree nella zona dell’epidemia.

Germania: arrestate tre ragazze americane che volevano unirsi all’Isis.

Pakistan: 28 miliziani talebani uccisi nei bombardamenti del governo.

Occupy London: arrestata e rilasciata una esponente donna del Green Party britannico durante la protesta.

Kashmir: Usa finanziano impianto idroelettrico nell’area controllata dal Pakistan, l’India protesta.

Ruanda: i Paesi dei Grandi Laghi, riuniti in conferenza, hanno intimato i ribelli di riporre le armi.

Sierra Leone: rivolta contro la polizia a Koidu. La popoloazione si è ribellata al coprifuoco imposto contro l’Ebola.

Mozambico: Usa e Ue preoccupati da lentezza spoglio.

Londra: secondo un rapporto dei Liberaldemocratici, se Oxford Street non sarà completamente pedonalizzata sarà destinata entro il 2020 al declino.

Ogni mattina le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus