Me

Le notizie di oggi

Quelle che non leggerete sui vostri giornali

Immagine di copertina

Le notizie che oggi non leggerete sui vostri giornali:

 

Regno Unito: il parlamento inglese al voto il 13 ottobre per riconoscere lo stato palestinese.

Trattativa Stato-Mafia – fissata per il 28 ottobre l’udienza di Giorgio Napolitano che deporrà come teste.

George W. Bush – ha detto “io non avrei riportato a casa tutti i militari in Iraq”.

Arabia Saudita – due milioni di persone a La Mecca per l’inizio del pellegrinaggio.

Siria – negli ultimi giorni l’Isis ha conquistato 350 villaggi nel nord del Paese. I bombardamenti degli Usa permettono una nuova offensiva dell’esercito siriano.

Iraq – ieri 291 morti nel paese e 49 feriti. Si sono registrati scontri intensi nella provincia di Al Anbar. Un aereo belga da combattimento sorvola Baghdad per la prima volta. Secondo l’Onu sono stati 5.500 i morti dall’inizio dell’offensiva Isis.

BCE – piano da mille miliardi di Mario Draghi per rilanciare l’economia europea.

Renzi – ha parlato alla conferenza della City di Londra illustrando il cammino delle riforme in Italia.

Turchia – con 298 voti a favore e 98 contro il Parlamento ha approvato l’intervento militare contro l’Isis. Arrestate 16 persone nelle manifestazioni contro la partecipazione all’intervento.

Isis – continuano i massacri nel territorio iracheno da parte del Califfato, che starebbe arruolando anche bambini nel suo esercito.

Israele – gli americani avvertono che il piano di annettersi case di Gerusalemme Est potrebbe indisporre perfino gli alleati più vicini. La Francia invita a lasciar perdere il piano di case a Gerusalemme Est .

Afghanistan – un attentato dei Talebani contro un mezzo militare uccide tre persone. Il fratello dell’ex Presidente Karzai e altre persone devono milioni di dollari alla banca di Kabul.

Pakistan – un attentato  contro un autobusuccide sette persone a Peshawar.

Gaza – in cerca di 4 miliardi di dollari per la ricostruzione.

Hong Kong – i rappresentanti della protesta accettano di sedersi al tavolo delle trattative col governo cinese, mentre scende il numero di manifestanti in piazza. In Cina ci sarebbero decine di attivisti detenuti perché danno supporto alla protesta di Hong Kong. Il servizio di messaggistica Wechat censura foto di Occupy Central.

Giappone – difficoltà a identificare le vittime dell’eruzione dell’Ontake. Il dipartimento di polizia metropolitano lancia un nuovo ufficio per contrastare il crimine informatico, sempre più frequente in Giappone.

Corea del Sud – appello del primo ministro contro la corruzione. Richiesta di lasciare l’area ai coreani che vivono in Turchia vicino al confine con la Siria.

Campagna regione lazio

Vietnam – attivista dissidente cattolico rilasciato dopo tre anni di pesante prigionia.

Libia – un attentato uccide 40 persone.

Nigeria – arrestati 97 soldati accusati di non voler combattere.

Bahrein – attivista arrestato per un tweet.

Tfr – Marchionne favorevole alla proposta di Renzi di mettere il Tfr in busta paga. Landini dice che devono essere i lavoratori a sceglierlo.

Danimarca – il Parlamento vota per mandare aerei da combattimento in Iraq.

Ucraina – continuano gli scontri all’aeroporto di Donetsk.

Ebola – almeno 100 persone sarebbero entrate in contatto con l’uomo affetto da Ebola a Dallas.

Cyberattacco – la società finanziaria JP Morgan ha annunciato di aver subito un hattacco da alcuni hacker che avrebbe ottenuto dati su 76 milioni di persone. Non sarebbero a rischio i conti correnti.

Call center – in Italia non si potrà più lasciare un utente in attesa che risponda un operatore: per il Garante della privacy è paragonabile allo stalking. I call center dovranno avviare tante telefonate quant sono gli operatori disponibili.

Dalai Lama – fa richiesta informale alla Cina per andare in pellegrinaggio nel monte sacro Wutai.

Laos – il governo comunista del Laos pronto a nuove misure restrittive per le operazioni e i progetti d’aiuto delle organizzazioni internazionali non governative.

A cura di Barbara Schiavulli e Alessia Cerantola, ogni mattina le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint)

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E