Me
La febbre dei selfie a La Mecca
Condividi su:

La febbre dei selfie a La Mecca

Due milioni di persone sono in pellegrinaggio nella città santa dei musulmani e hanno deciso di scattare foto divertenti

03 Ott. 2014

Due milioni di persone circa sono in pellegrinaggio verso La Mecca, città santa dei musulmani. È il periodo dell’hajj, il quinto pilastro dell’islam e deve essere compiuto almeno una volta nella vita da ogni musulmano.

Si svolge tra l’ottavo e il dodicesimo giorno dell’ultimo mese del calendario islamico, che si chiama Dhu al-Hijjah. Quest’anno si tiene tra il 1° e il 6 ottobre. È un momento di purificazione per i fedeli. La destinazione finale del pellegrinaggio è la Grande Moschea della Mecca, dove si trova la Ka’bah, il luogo più sacro dell’islam.

Ogni pellegrino deve vestirsi usando solo due pezze di stoffa non cucite di color bianco. Chiunque ha pareticpato all’ḥajj può indossare il copricapo che ricordi l’assolvimento dell’obbligo e acquista il titolo di Ḥājjī.

Durante il pellegrinaggio dell’ḥajj, i musulmani devono rispettare alcune regole: non possono tagliarsi le unghie né radersi, non possono fidanzarsi, non possono litigare, né lottare, non possono usare profumi né olii profumati, non possono uccidere o cacciare, gli uomini non possono indossare abiti con cuciture.

Durante l’hajj di quest’anno, molti fedeli hanno pubblicato su Instagram e Twitter alcune foto divertenti. Ecco alcune immagini

  

 

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus