Me
La protesta del velo
Condividi su:

La protesta del velo

La ragazze della nazionale di pallacanestro del Qatar si sono ritirate dai Giochi asiatici perché non possono indossare il velo

25 Set. 2014

Si sono ritirate dal torneo perché hanno impedito loro di indossare il velo durante le partite.

È successo alla nazionale femminile di pallacanestro del Qatar, durante i giochi asiatici che si stanno svolgendo in Corea del Sud, poco prima della partita con la Mongolia (che è stata annullata).

L’incontro successivo sarebbe stato con il Nepal, ma visto che la federazione internazionale di basket (Fiba) non prevede che durante le partite si indossi alcun tipo di accessorio o copricapo, le qatarine hanno deciso di gettare la spugna.

Secondo quanto riporta la Bbc, la cestista Amal Mohamed A Mohamed ha riferito che le era stato assicurato che avrebbe potuto giocare indossando il velo.

In altre discipline sportive è possibile gareggiare con il velo: la squadra iraniana di canottaggio ha potuto indossarlo in questi giochi asiatici in Corea del Sud (hanno anche vinto la medaglia di bronzo).

A questi giochi asiatici, scrive la Bbc, partecipano circa 9mila atleti provenienti da 45 Paesi in tutto il mondo che gareggiano in 36 discipline differenti.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus