Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Un violinista in sala operatoria

Un americano è riuscito a salvare la sua carriera di musicista suonando il violino durante l’operazione che ha subito al cervello

Immagine di copertina

Robert Frisch è un violinista della Minnesota Orchestra, che ha sede a Minneapolis, negli Stati Uniti. Nel 2009 aveva sviluppato un tremore alla mano che rischiava di rendergli impossibile continuare a esercitare la sua professione.

Una volta che i medici hanno deciso di prenderlo in cura, hanno anche individuato la regione del cervello dove aveva origine lo spasmo. Frisch ha così iniziato a suonare il violino durante l’operazione, eseguendo lo stesso movimento che solitamente faceva scattare il tremore.

Mentre Frisch era sotto i ferri, i chirurghi sono riusciti a capire esattamente quale tipo di impulsi veniva inviato erroneamente nel suo cervello e vi ci hanno quindi impiantato un piccolo elettrodo.


In questo modo Frisch è riuscito a salvare la sua carriera. Adesso, quando il violinista percepisce i sintomi del tremore in arrivo, preme un bottone su un dispositivo collegato all’elettrodo e la parte del cervello responsabile del tremore viene disattivata.

A sole 3 settimane dall’operazione, ha ricominciato a suonare nella sua orchestra.