Me

A Georgeous year

Compie un anno il royal baby e oggi a Kensington Palace si riuscono famiglia e amici per festeggiarlo

Immagine di copertina

Cammina! E che lo faccia un bambino di un anno non è una notizia, ma nel suo caso sì, tant’è che alcuni settimanali britannici gli hanno dedicato la copertina. Il principe George, che oggi soffia sulla sua prima candelina, cammina.

In coincidenza con i festeggiamenti, Kensington Palace, residenza ufficiale dei duchi di Cambridge, ha rilasciato tre nuove foto del royal baby. La prima, apparsa nella serata di sabato, mostrava appunto i primi passi del piccolo mossi senza l’aiuto né della mamma Kate né del papà William.

La nuova generazione Windsor, capace di adattarsi ai tempi che cambiano, ma conscia del ruolo istituzionale che ricopre, ha ricollocato in chiave moderna anche il classico servizio fotografico che ritrae tutti i membri della famiglia reale al loro primo compleanno, una tradizione che risale al 1927.

George non è stato immortalato in una delle tante residenze della corona sparse per il Paese, ma mentre sgambetta al Natural History Museum durante una mostra di farfalle. L’autore dello scatto non è uno dei fidati ritrattisti di corte, ma John Stillwell, fotografo della Press Association, che divertito ha commentato così l’esperienza: “È un bambino molto vivace e sicuro di sé. Si muove abbastanza velocemente e con l’obbiettivo ho quasi fatto fatica a stargli dietro”.

Il tocco della mamma Kate, regina, per ora, del low profile, si è notato nella scelta del vestiario: una semplice salopette di jeans a righe bianche e blu della marca francese, specializzata in abbigliamento per bambini, Petit Bateau, che al costo di 27.65£ è andata esaurita in tutti i negozi britannici nel giro del fine settimana.

Oggi a essere stampate e commentate nelle redazioni giornalistiche di tutto il mondo sono le altre due foto che Kensington Palace ha deciso di diffondere.

Per festeggiare il piccolo principe sono attesi all’ora del tè nell’appartamento 1A oltre alla famiglia, gli amici stretti della coppia, i padrini e le madrine di battesimo di George. Clarence House non conferma, ma anche la regina dovrebbe partecipare al compleanno del nipote, terzo in linea di successione al trono, al contrario del principe Carlo e di Camilla, assenti giustificati, che starebbero trascorrendo una vacanza in Scozia.

I Middleton, con la Party Pieces, devono la loro fortuna a una felice intuizione: la vendita per corrispondenza dei gadget per le feste soprattutto per bambini e quindi il primo compleanno di George dovrebbe essere un successo!

La sua nascita, 365 giorni fa, ha riportato intorno alla corona l’entusiasmo svanito dalla fine del matrimonio di Carlo e Diana, quella nonna mancata poco incline ai doveri di corte, intollerante alle distrazioni del marito, ma che per sempre, grazie alle parole di Tony Blair, rimarrà la principessa del popolo.

Così la vita di George corre a un’intensità incommensurabile rispetto a quella di qualsiasi suo coetaneo seppure i Cambridge cercano il più possibile una parvenza di normalità. Ma per origine e per destino nulla potrà cambiare lo stato delle cose, basti ricordare il suo certificato di nascita dove, alla voce ‘occupazione del papà’ c’è scritto ‘principe del Regno Unito’.

In un solo anno il bambino ha già scoperto l’America ed esplorato l’Australia. È volato per una vacanza privata con la mamma Kate e la sua famiglia nell’esclusiva isola di Mustique, il paradiso caraibico dove, ai tavoli del Basil’s bar o sulla semi deserta Macaroni Beach, i grandi cognomi incrociano gli altrettanto immensi patrimoni. I Windsor sono di casa da anni, i Middleton lo sono diventati da qualcuno in meno.

Ad aprile ha seguito i genitori nella visita ufficiale di tre settimane tra Nuova Zelanda e Australia, un viaggio che si è rivelato un tale successo da far crescere la popolarità di Sua Maestà ad oltre il 70% in alcuni paesi del Commonwealth. È in quei giorni che la stampa lo ha conosciuto meglio e fotografato parecchio. Lo abbiamo visto salire e scendere le scalette dell’aereo in braccio ai genitori, sempre con abbinamenti indovinati, capaci di rubare la scena persino alla mamma.

Kate ha ridato smalto a una monarchia che rischiava di ritirarsi in se stessa, ma adesso è George il protagonista di casa Windsor.