Me
Mesut Ozil rinuncia al premio mondiale
Condividi su:

Mesut Ozil rinuncia al premio mondiale

Lo devolverà in favore di ventitré bambini malati in Brasile e non alla popolazione di Gaza, come era stato erroneamente detto

17 Lug. 2014

Il calciatore 25enne della nazionale tedesca e dell’Arsenal Mesut Ozil userà i circa 450mila euro ottenuti con la vittoria del Mondiale per le cure di ventitré bambini malati in Brasile: questo è il suo personale ringraziamento al popolo brasiliano per l’ospitalità ricevuta.

“Visto che la vittoria della Coppa del Mondo (della Germania, ndr) deve essere attribuita a tutta la squadra, e non solo agli 11 in campo, ho deciso di donare il premio vinto a 23 bambini”, ha commentato Ozil con un post sulla sua pagina Facebook ufficiale.

L’opera di beneficenza è stata confermata dal portavoce di Ozil, Roland Eitel. Conferma ritenuta d’obbligo in seguito alla notizia secondo cui il giocatore avrebbe donato il suo premio per aiutare i bambini di Gaza, diffusasi erroneamente ieri sui social media.

Un’indiscrezione probabilmente dovuta al fatto che Ozil, di origine turca, è di religione musulmana ed è considerato da molti un sostenitore della causa palestinese.

“Forse in futuro, chi lo sa?”, ha detto il portavoce Eitel, lasciando aperta la possibilità che un domani Ozil possa aiutare economicamente i bambini di Gaza. Ma non questa volta, in cui ha invece privilegiato il Paese ospitante del Mondiale.

 GUARDA IL VIDEO

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus