Me

Le semifinali

Tra numeri, statistiche, curiosità e ricorsi storici. Un punto sulle semifinali dei mondiali in Brasile

Immagine di copertina

Per la prima volta nella storia di un mondiale, le due semifinali sono due partite che in passato sono state anche finali della coppa del mondo. Brasile-Germania è stata infatti la finale del 2002, mentre Argentina-Olanda lo è stata nel 1978.

È anche la prima volta che entrambe le semifinali sono due scontri tra una squadra europea e una sudamericana, cosa che significa che la finale potrebbe essere per l’undicesima volta uno scontro tra i due continenti, per la nona uno scontro tutto europeo o per la seconda uno tutto sudamericano.

In quest’ultimo caso la storia non sarebbe  dalla parte dell’Argentina – che perse contro l’Uruguay la prima finale della storia nel 1930 – né tantomeno del Brasile, che, proprio giocando in casa, perse, sempre contro l’Uruguay, la finale del 1950, in quella partita nota come Maracanazo, o disastro del Maracanà.

Non sappiamo se la partita decisiva del mondiale sarà una finale inedita o meno. Dipenderà tutto da chi vincerà la semifinale tra Brasile e Germania: se dovessero vincere i padroni di casa, in ogni caso, sarà una finale inedita, mentre se vincessero i tedeschi, a prescindere da chi vincerà l’altra semifinale, sarà una sfida già vista: Germania-Olanda è stata infatti la finale del 1974, mentre Germania-Argentina ha deciso i mondiali sia nel 1986 che nel 1990.

La vincitrice dello scontro tra Brasile e Germania porterà, inoltre, una delle due squadre ad avere il record di finali mondiali disputate. Al momento, Brasile e Germania hanno entrambe disputato sette finali e solo una delle due riuscirà a giocarla per l’ottava volta.

C’è poi un ricorso storico favorevole alla Germania, del quale abbiamo già avuto modo di parlare. Nel 2006, infatti, l’Argentina allenata da Pekerman superò gli ottavi di finale grazie a un gol di Maxi Rodriguez. Poi, ai quarti, venne eliminata dai padroni di casa della Germania, la quale, a sua volta, fu eliminata dall’Italia, poi vincitrice del Mondiale.

Questa volta la Colombia, allenata da Pekerman, ha superato gli ottavi grazie a una doppietta di un altro Rodriguez (James questa volta) ed è stata poi eliminata dai padroni di casa del Brasile. Ricollegandoci a quanto successo nel 2006, il Brasile dovrebbe essere sconfitto dalla Germania, che vincerebbe poi il mondiale.

Un dato positivo per Brasile e Argentina: in tutti i mondiali disputati nel continente americano fino ad oggi hanno sempre vinto squadre sudamericane.

Discorso a parte invece per l’Olanda, che a oggi detiene il primato di tre finali disputate, senza vincerne nessuna. Chissà se, qualora dovesse arrivare in finale, riuscirà invertire questa tendenza. Magari incontrando la Germania, che con quattro finali perse detiene il primato in materia ma che, al contrario dell’Olanda, ne ha anche vinte tre.